GazzetTinto

Daniele Persegani


Daniele Persegani  44 anni è nato a Cremona, la città dei violini, del torrone e della mostarda.

Vive  a Castelvetro Piacentino, paese agricolo situato nella bassa Emilia, sulle rive del Po, una terra ben raccontata da Giovannino Guareschi nella saga di Don Camillo e Peppone.

Fin da piccolo amava trascorrere il suo tempo in cucina, nell’osteria della nonna che ammirava mentre tirava a mano col mattarello di rovere chili di sfoglia all’uovo e affettare i salumi emiliani. Da queste esperienze ne è nata la passione per la cucina e per le tradizioni.
Daniele ha frequentato l’Istituto Alberghiero di Salsomaggiore Terme conseguendo la Maturità nel 1991; durante gli studi ha iniziato il suo percorso lavorativo.
A 14 anni ha deciso di andare a lavorare da solo sulla riviera romagnola dove è rimasto per 7 anni. Tornato poi nella pianura Padana ha aperto un ristorante con la sorella Nicoletta per rievocare la cucina delle tradizioni e della nonna.
Oggi l’Osteria del Pescatore è un ristorante tipico con tanto di certificazione da parte dell’Ascom e della Provincia di Piacenza dove la pasta si fa ancora a mano e il brodo con tre tipi di carne!

La sua concezione della cucina si potrebbe condensare in una sola frase, breve ed efficace: “Tradizione, ma non troppo”.
Daniele è un docente di cucina presso l’istituto Alberghiero di Salsomaggiore Terme ed  ha pubblicato alcuni  libri di ricette.  Dal 2012 è consulente per l'alimentazione e cuoco di Casa Azzurri, inoltre è stato lo chef che ha cucinato a Casa Azzurri, per la nazionale di calcio italiana, durante i mondiali di calcio in Brasile.

Nel 2014 secondo la classifica stilata da Agrodolce si è posizionato al 30esimo posto tra i cuochi più cercati nel web.

Collabora con la rivista della Prova del Cuoco.

Daniele, oltre naturalmente la cucina ha un’altra passione sfrenata: ballare il liscio e per fortuna “trova sempre qualcuno che gli faccia fare due giri”