Radio1 King Kong
Diretta Podcast

Noi, i ragazzi dello zoo di Bowie e di King Kong - 3

Martedì 12 gennaio 2015


SEGUE da pag 2...

Cristiano Brogani
- Una riflessione scritta a caldo sulla fine di un'epoca....a voi: Per Fortuna C'é Vita Su Marte (Bowie e la fine di un'epoca). Sono sulla banchina della Metro Arco Di Travertino a Roma. É buia e crepuscolare, pervasa da una fitta coltre di silenzio. Mi volto a guardare le persone che mi circondano. Sono tutti con il capo chino sui loro smartphone e mi chiedo se ciò che stiamo vivendo oggi sia il futuro. D'improvviso la filodiffusione della metro, rompe il silenzio con un brano. "Heroes". Sorrido e aspetto impaziente la prima strofa per accompagnarla. Molti sono gli smartphone che vengono riposti o abbassati. Le persone alzano il capo e mi seguono in coro. Passa la metro ma non la prendo... il brano non é ancora ancora finito. Mi guardo intorno e noto che altri, sorridendomi, hanno seguito il mio esempio. É il nostro giorno da Eroi. Lo sarà ogni qualvolta ascolteremo questo brano. Finisce la musica e tutto torna crepuscolare. Salgo in metro, chino il capo sul mio smartphone e apprendo la triste notizia. Penso che stia finendo un'epoca. Un'epoca iniziata con la rivoluzione industriale e suggellata da infinite piccole rivoluzioni, sociali, culturali, scientifiche, tecnologiche. Un'epoca pervasa da geni, inventori e sperimentatori. La società moderna così come la stiamo vivendo (con tutti i suoi pregi e i suoi difetti) la dobbiamo solamente a persone che hanno deciso di dedicare a noi la loro arte e il loro pensiero; di farcelo vivere sulla nostra pelle. É per questa empatia che noi ne soffriamo la loro scomparsa, per il nostro assistere impotenti alla fine di un'epoca che è alla base del nostro vivere quotidiano. Ci lasciano in un futuro incerto dove "nulla più si crea ma tutto si può distruggere" o riciclare. Ma ci lasciano con l'immensa forza di sapere che quando vogliamo; quando più ne abbiamo bisogno, possiamo essere Eroi per un giorno. Possiamo esplorare lo spazio con HAL 9000, essere famosi per 5 minuti, volare su uno Pterodattilo con Arzak, camminare su una sabbia dura o per mano con Anna e Marco, e andarci a fare una bevuta con Arturo Bandini. Bowie è stato immenso perché ha capito la nostra epoca e ne ha interpretato le vite, nascendo e morendo musicalmente e artisticamente, per intere decadi. Fino a trasformare in arte persino la sua morte "corporale", inscenando una biblica resurrezione artistico/musicale destinata a resistere nel tempo. Cos'altro poteva fare di più? "Black Star, finisce qui!" (come aveva già detto per Ziggy Stardust durante il suo ultimo concerto in quelle vesti nel 1973) "lascio all'eco del tempo anche questa mia ennesima vita. É ora di ripartire per il mio pianeta". A noi, ancora qui sulla terra, non resta che vivere la luce dell'immortalità di queste persone. Un giorno lontano, quando anche noi andremo su Marte, potremo ringraziarli di persona. Pare ci sia vita lassù......l'ho letto sul mio smartphone. Grazie di tutto David.

Paulus Aemilius Taloni  - Si', forse potrei anche stilare un elenco delle mie canzoni preferite, potrei metterne un'infinità vista la mia lontana adorazione per lui. Ma penso che non rappresenterebbe appieno ciò che egli ha rappresentato nella mia vita. Oltre all'indiscusso valore della sua opera in se' (e soprattutto le sue liriche, che vengono troppo spesso messe in secondo piano rispetto alla performance), io l'ho sempre percepito come una sorta di enciclopedia: mi portava a contatto con altri mondi e altri autori che, nel mio percorso adolescenziale, erano totalmente sconosciuti. E' stato grazie a lui che ho conosciuto e approfondito Kubrick, la Beat Generation, Kerouac, Burroughs, Wharol, i Kraftwerk, Lou Reed, ma potrei fare un elenco sterminato fino a giungere agli Arcade Fire o ai collaboratori dell'ultimo album. Egli mi ha spinto a cercare, ad aprirmi e ad essere curioso verso le più svariare forme d'arte. Questo per me rappresenta il lascito fondamentale di Bowie. Aver promosso l'arte. Essere stato egli stesso opera d'arte. Fino alla sua morte. Io stasera, dopo infinite lacrime, ho brindato alla memoria di questo grande artista e questo grande uomo. E sono sicuro di essere una diventato una persona migliore grazie a lui.

Antonio CookandRoll Conte - Rebel Rebel !!!!!! A manetta prima di uscire il sabato sera!!!!

Maria Angela Bodoira - Heroes è la canzone che oggi mi fà ricordare di più DAVID BOWIE.

Elisabetta Spinelli - Nei primi anni Ottanta, coi compagni di liceo, passavamo le ore di pausa a ascoltare e cantare le sue canzoni. Un idolo!

Linda Scollo - Ho amato tutte le sue canzoni... Un personaggio speciale... Unico... La prima, di getto... Wild is the wind...

Paolo Tanas - Ground Control to Major Tom.

Simone Vallin - "Heroes" al massimo, proprio ieri. Il paradiso. Anche LOW è tra i miei preferiti.

Cristina Cartuccia - Per me David sarà sempre e soprattutto il maggiore Jack di Furyo...e subito dopo l'extraterreste di Life on Mars!

Sergio Zasio - la canzone che me lo ha fatto davvero conoscere è stara absolute beginners.

Mike Crooner  - Forse non é tra le migliori, ma Tonight ( con Tina Turner) ha un senso di leggerezza, di calma...

Federica Angelè - A 14 anni nella mia cameretta, ascoltare i suoi vinili fino ad impararli a memoria. La sua voce che riempie l'anima.

Stefano Mapo Di Mario -  Life in mars ascoltata da bambino con le cuffie mentre guardavo le stelle e immaginavo mondi paralleli....

Marina Delg - Una intera cassetta con su solo Starman in continuazione regalatomi come ricordo del mio primo viaggio a londra heart emoticon.

Vincenzo Ferrara - É possibile riascoltare per radio la sua unica canzone in italiano? "Ragazzo solo Ragazza sola" Grazie!!!!!

Irene Rezzi - Can't help thinking about me, la prima sua canzone che ho ascoltato… in vinile… tanti ricordi di un'infanzia felice

Giacomo Maestro Zen Belardinelli - la prima volta fu quando ascoltai Heroes dal film 'noi, i ragazzi dello zoo di berlino', da li fu amore a primo ascolto.

Silvano Valeriani - 1987 vigilia della mia maturità stadio di Firenze "Glass spider tour" folgorazione totale Lui che esegue " Time". La mia visione della vita si un po' ampliata. Grazie

Claudio Castagno - A 13 anni ho comprato il mio primo LP, Heroes, ho detto tutto.

Melissa Brotto - Modern love con Alex-Denis Lavant che corre come un pazzo nel film Rosso Sangue - Carax

Enzo Migliozzi - Heroes un mito x la mia generazione. 80/90.

Alain Dominique Baretella - GROUND CONTROL TO DAVID BOWIE.......

Laura Ferretti - Let's Dance, quanto l'ho ballata. Si poteva ballare Bowie, una gioia heart emoticon.

Arianna Gobbi - Un vecchio dipinto in omaggio ad un mito eterno.

Marco Manarini - oggi sono molto triste, non me lo aspettavo o forse credevo veramente fosse un alieno e che non sarebbe mai morto...

Enrico Di Martire - Heroes! E poi, tutto il resto!

Fausto Ruffolo - Five Years. Bowie mi è stato vicino quando ero più solo.

Rosaria Mastrullo – HEROES - ascoltarla mi riporta a sentire l'autenticità dell'adolescenza e ricaricarmene...senti che puoi correre e inseguire te stesso, quello che vuoi, i tuoi sentimenti, i tuoi sogni... nonostante i muri della società, dell'attualità, delle proprie paure, delle proprie fragilità, del tempo...

Nina Simone - "Sorrow" tra le mie preferite.

Linda Scollo - Ancora... Letter to hermione....Tutte da brivido...

Fabrizio Guidetti - Dolore... ecco quel che provo... ROCK'N'ROLL WITH ME la mia preferita... ballata stellare...

Luigi Siragusa - Lione 1980..... concerto indimenticabile!

SuperAnto Marotta - il mio primo Lp "Ziggy Stardust" in prima media...amore a prima vista.

Anna Maria Cavezzali - Milano 1987, bieca corruzione all'ingresso ripagata da uno spettacolo che era come lui, avant post!!

Umberto Signorelli - Concerto a Parigi nel 1983 Serious moonlight tours. BELLISSIMO

Emanuela Mammucari - Life on mars?

Monica Mazzoli - Five Years.

Francesca Sara Cauli - Per me rock n roll suicide.

Patrizia Longano - Lady Sturdust!

Massimo Colombo - Heroes.

Paolo Redaelli - Perchè non un live in studio con artisti italiani? We can be heroes. Just for one day.

Ferdinando Ciliento Meccanico ★ POLVERE DI STELLE ★ The Rise And Fall Of Ziggy Stardust è uno di quei dischi che mi hanno cambiato la vita. E` un opera che racchiude in maniera sublime tutte le forme d'arte e che attesta la nascita dell'alter- ego di Bowie : Ziggy Stardust (polvere di stelle).★ David Bowie nel disco narra e interpreta la storia di una ★stella del rock che grazie a poteri alieni, profetizza le sorti di un'intera umanità : "C’è un uomo delle stelle che aspetta in cielo \Vorrebbe venire e incontrarci”(Starman). Qualche anno più tardi è lui stesso a porre fine al personaggio Ziggy Stardust sul palco del Hammersmith di Londra, inscenandone la morte definitiva : “ L’orologio attende pazientemente la tua canzone\ Passi davanti a un caffè ma non mangi \ Quando hai vissuto troppo a lungo\ Oh, no! Sei un suicida del rock’n’roll!”(Rock and Roll Suicide). Come tutti sappiamo, David Bowie si è reinventato mille volte nell'arco della sua carriera ed ha dato vita ad altri numerosi personaggi che hanno sempre impersonato al meglio la sua continua evoluzione musicale, trasformando la sua vita stessa in una vera e propria opera d'arte, tanto da volerla concludere con il suo testamento : ★ Blackstar: "Guarda quassù\ Sono in paradiso” (Lazarus). Il suo percorso artistico è sempre stato e sempre sarà fonte di ispirazione per tutti e la sua scomparsa mi fa riflettere molto sull’importanza dell’arte nella vita. Secondo me l’arte non può allontanarci dal nostro comune destino di essere mortali, ma può consegnarci attimi di puro infinito, in cui l’orizzonte ti sembra un po’ più grande e la polvere della realtà si fa leggera e magica, fino ad inventarsi un nuovo cielo per poter scrivere un epitaffio che ci renda finalmente immortali. ★ "Polvere di stelle siamo e polvere di stelle torneremo”.★ ★CIAO MAESTRO BOWIE, NON MORIRAI MAI!  MA ADESSO VAI CHE.. "STARMAN WAITING IN THE SKY"★.

Maria Gentile - Nulla dura in eterno se non il ricordo di ciò che siamo stati!

Salvatore Giorgini - rock roll suicide x me.

Pierluca D'Antuono  - Station to Station.

Riccardo Fanales Belasio - tutto l'album di Mars...

Gianluca Sacchetti - Heroes!

Marco Gabriele - Rock & Roll Suicide.

Mirta Fabris - Un addio Rock.

Alessia Moiraghi - Rock'n'roll suicide. Ho imparato l'inglese.

Stefano Vessicchio -Life on Mars ... e' dove sta' lui adesso...

Luigi Barone - Questa è la mia preferita Drive-In Saturday

Mathieu Grizzly Teraut - I miei viaggi Napoli-Milano con "Station to station"...

Marco Fusco - Ashes to ashes.

Marco Adani  - A parte i grandi classici una delle mie preferite è LITTLE WONDER.

Claudio Castagno - Fine '78, inizio'79.

Marco Peri - l’amore musicale della mia vita..da oggi sono più solo.

Marco Fianchini - Starman.

Stefano Mapo Di Mario - On mars.

Andrea Gallo - È riuscito a stupirci...una volta ancora. So Long, David.

Valentina Ballardini - Grazie per quanto hai saputo dare David...


RIASCOLTA LA PUNTATA

Rai.it

Siti Rai online: 847