GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Spazio Bigazzi: saper scegliere

Spazio Bigazzi

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Spazio Bigazzi
    Rubriche: Non solo Chef
    Cuoco: Beppe Bigazzi

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Quali sorprese si possono celare dietro a una foglia di spinacio o a una fragola di enormi dimensioni?
    L’Italia è il primo paese in Europa per la percentuale di prodotti biologici presenti sul mercato.Questo ci dice che  è ormai assodato che la validità di un prodotto agricolo dipende da come lo si è ottenuto: con o senza chimica. I vegetali coltivati su un terreno senza la tradizionale rotazione agraria, con concimi chimici anziché con letame o concimi naturali, sono  meno ricchi, meno completi, meno equilibrati e meno gustosi di quelli  provenienti da coltivazione biologica. Abbiamo qui alcuni esempi di prodotti truccati grazie all’intervento della chimica (per avere un tornaconto economico): gli spinaci, le fragole, l’insalata, sono venduti a peso? Per aumentarlo basta dare loro dell’azoto di sintesi poco prima della raccolta……cresceranno di oltre la metà del loro peso. Ma l’azoto non “digerito “ dalla pianta è dannoso per il nostro fegato e dunque per la nostra salute. Tutto ciò che è chimica, che che ne dica l’industria che produce i cosiddetti “fitofarmaci” (comunemente  detti pesticidi) è dannoso per gli esseri viventi, per la terra, l’acqua e l’aria.
    Studi di molto tempo fa scoprirono l’esistenza della vitamina A la cui presenza anche in dosi infinitesimali è indispensabile per l’organismo. Le proprietà dell’olio di fegato di merluzzo contro il rachitismo erano note prima che si scoprisse la vitamina D….Lo scorbuto, che falcidiò l’equipaggio di Vasco de Gama, non miete più vittime grazie alle riserve di limoni, cipolle e cavoli.L’alimentazione variata con alimenti naturali, che sono per loro natura equilibrati e che il nostro corpo sa come utilizzare al meglio è quella che ci tiene in salute. La ricerca dei nostri tempi  ha sintetizzato singole parti di un prodotto agricolo, ma in modo incompleto: le vitamine sintetiche non possono supplire ad una carenza di vitamine; gli alimenti troppo cotti, o sterilizzati, o in genere raffinati, sono cibi devitalizzati, depauperati dei principi attivi vitali, tra cui le vitamine.  In Francia nel 1924 un decreto del governo proibì l’uso dell’acido borico nella produzione del burro(usato per la conservazione del burro altamente contaminato dal punto di vista microbico); malgrado decreti successivi che abolivano la proibizione, quest’ultima divenne effettiva solo nel 1967.
    Perché allora si usano prodotti raffinati, coltivati su terreni trattati con concimi chimici e diserbanti? Perché gran parte dell’agricoltura ha accettato, nelle coltivazioni e nell’allevamento, la filosofia del maggior prodotto a minor costo nel minor tempo.