Radio2 RADIO2 LIVE

Schif Parade

I cibi che creano dipendenza

Colore di sale

Gli scarti da non scartare

I cibi dei (falsi) miracoli

Sembra una rincorsa a chi ha lo scoop più sensazionale. Peccato, però, che molti consumatori credono qualcosa che non sempre corrisponde al vero.

Recentemente sul noto quotidiano inglese “The Guardian” è uscito un articolo, successivamente ripreso dalla stampa di tutto il mondo, su alcuni alimenti dalle proprietà quasi miracolose. Gli alimenti in questione:

 

A) MIELE DI MANUKA


Molto ricco di zucchero, originario della Nuova Zelanda. Gli si attribuiscono straordinarie proprietà antibiotiche.

 

B) OLIO DI COCCO



Si estrae dalle noci di cocco. Gli si attribuiscono numerose doti: prevenzione dell’Alzheimer, perdita di peso, regolazione del glucosio nel sangue.

 

C) SEMI DI CHIA


Sementi ricche di proteine, fibre vegetali e di Omega 3. Sono commercializzate per la riduzione di appetito e per facilitare la perdita di peso.

 

D) SPIRULINA

 

Microalga ricca di magnesio, potassio e calcio alla quale si attribuiscono eccezionali proprietà nel controllo del diabete, della pressione arteriosa, dei problemi cardiaci e persino nel controllo dell’ansia e della depressione.

 

E) ACETO DI MELE

 

Praticamente una bacchetta magica: da coadiuvante contro la forfora e l’acne, al controllo del glucosio nel sangue e del colesterolo. Funzionerebbe inoltre contro il mal di gola, aiuterebbe la digestione nonché sarebbe un coadiuvante nella prevenzione contro il cancro.

Insomma questi cibi sembrano più dei farmaci travestiti da alimenti. Peccato che di moltissime di queste miracolose proprietà non vi è alcuna prova scientifica. Oppure sono ricerche condotte soltanto su animali e non ancora sull’uomo.

A proposito di questi “super alimenti”, va detto che spesso si enunciano solo le virtù dei cibi, generalmente dovute alla compensazione di una carenza di qualche principio attivo, senza evidenziare che un largo consumo di alcune sostanze benefiche può creare effetti da sovradosaggio che possono diventare più nocivi delle carenze stesse.

È sempre buona regola farsi guidare da specialisti del settore (nutrizionisti) prima di consumare in modo massiccio i cosiddetti superalimenti! Bisogna sempre chiedersi se abbiamo un reale bisogno di una determinata sostanza. Insomma, il più delle volte, per stare bene, basta una dieta variata, equilibrata e uno stile di vita sano.

Rai.it

Siti Rai online: 847