I video della stagione

Le foto della stagione

Le interviste cantate

Francesca Chaouqui: "Mai fatto sesso con Balda, si portava dietro la madre"

Francesca Chaouqui a Un Giorno da Pecora

    » Segnala ad un amico

    Papa Francesco, Chaouqui, Francesca Immacolata Chaouqui, Chi è Francesca Immacolata Chaouqui, Monsignor Balda, Vatileaks, Foto Francesca Immacolata Chaouqui, Un Giorno da Pecora, Radio2,

    “L'ultima volta, alle elezioni europee, ho votato per il Pd, prima ancora per Forza Italia”. A parlare è Francesca Immacolata Chaouqui, indagata per la vicenda Vatileaks2, che oggi è stata ospite del programma di Rai Radio2 'Un Giorno da Pecora', condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Lei in questo momento è al centro di mille polemiche e accuse: ha paura? “No, non ho paura”. Viene accusata di esser stata inserita nella Commissione sulle attività economiche della Santa Sede grazie a Luigi Bisignani o alla Contessa Olori del Poggio. “No, nel modo più assoluto. E Bisignani l'ho conosciuto forse poco più di un anno fa”. Com'è andata allora? “Mi hanno chiamato dal Vaticano e mi hanno detto 'il Santo Padre la vuole nella Commissione sulle attività economiche'. All'inizio ho pensato ad uno scherzo. Poi mi è stato fissato un appuntamento presso la Santa Sede per parlarne”. Bisignani ha detto di lei: “è una persona normale che ha un fotografo molto bravo”. Cosa gli risponde? “Effettivamente quegli scatti sono di glamour, non ritraggono la mia vera immagine”. Ieri il Papa ha detto che lei si è arrabbiata perché al termine dei lavori della Commissione di cui faceva parte lei non è rimasta a lavorare in Vaticano. “Il Papa ha ripetuto qualcosa che gli ha detto qualcuno, lui sa perfettamente che non sono arrabbiata di nulla, altrimenti quei libri li avrei scritti io. Bergoglio è stato consigliato male in questo caso”, ha spiegato la Chaouqui.
    Lei - hanno inoltre chiesto i conduttori di Radio2 Giorgio Lauro e Geppi Cucciari -, ha scritto molto messaggi non proprio 'moderati' a Balda. Tipo questo: "Sei depresso? Scopa e ti passa la tensione". “E' vero, l'ho scritto, è stata una boutade. Era un messaggio forse colorito e inappropriato”. Considerato che era rivolto ad un Monsignore, forse è stato qualcosa di più che un messaggio 'colorito'. “Si, ma nell'ultima fase Monsignor Balda aveva subito una sorta di laicizzazione, aveva addirittura smesso di indossare gli arbitri sacerdotali”. E quando gli ha scritto “lunedì Negroni fino alla morte” cosa intendeva dire? “Il cocktail Negroni era fondamentalmente un suo vizio, gli piaceva berlo”. Balda ha sostenuto che voi avete avuto un rapporto sessuale il 28 dicembre a Firenze. “Se è per questo dice anche che faccio parte della mafia cinese...” Allora ci dica la sua verità. “Eravamo a Firenze per un convegno, al quale lui portò anche sua madre, che alloggiava in hotel nella stessa stanza di Balda. Come potevamo andare in camera se c'era la madre”. Monsignor Balda poteva andare in camera sua, no? “E la madre no si sarebbe accorta di nulla?”, ha detto polemica la Chaouqui a Rai Radio2.
     
    "Se Papa Francesco ha ancora nemici da temere in Vaticano?  Di nemici è pieno, il nemico numero uno di Papa Francesco sono gli interessi. Ma lui non è una persona che ha paura". Ha aggiunto Francesca Immacolata Chaouqui, protagonista dello scandalo Vatileaks2, che oggi è stato ospite a Rai Radio2 di 'Un Giorno da Pecora'. Chaouqui, c'è ancora qualcosa che deve venire fuori da questa inchiesta? “Tra otto mesi mi scade il segreto di Stato. E tra otto mesi deciderò cosa fare”. E' vero che lei andava alle feste che tenute da Berlusconi a Palazzo Grazioli? “Assolutamente no, vorrei trovare qualcuno che affermi di avermi visto lì...”



    Rai.it

    Siti Rai online: 847