radio3

Forlì - 10 giugno

Cento anni dal genocidio armeno

24 aprile 2015




                                    A CENTO ANNI DAL GENOCIDIO ARMENO

                 SERATA SPECIALE IN DIRETTA DALLA SALA A DI VIA ASIAGO



Consolidano la tradizione iniziata nel 2013, venerdì 24 aprile Radio3 ricorda i fatti che portarono al massacro degli armeni. Lo fa attraverso più linguaggi: quello della politica e della cultura, ospitando l'Ambasciatore della Repubblica Armena in Italia, S.E. Sargis Ghazaryan, il vicepresidente dell'IAI (Istituto Affari Internazionali), Gianni Bonvicini e la psicanalista Manuela Fraire; quello del teatro, grazie all'attrice Maria Paiato impegnata nell'interpretazione del melologo "L'eclisse" di Sonya Orfalian; quello della musica, eseguita dal vivo dall'Anhait Ensamble. La serata, condotta da Annamaria Giordano e a cura di Laura Palmieri, sarà trasmessa in diretta a partire dalle 21 e potrà essere seguita in streaming video direttamente dall'homepage del sito radio3.rai.it




Ho scritto "L’Eclisse" avendo in mente e nel cuore la ricorrenza del centenario del genocidio del mio popolo.E' un testo pensato per una voce sola - quella dell'attrice Maria Paiato - ma che al tempo stesso evoca e sovrappone una moltitudine di voci: sono le voci dimenticate, quelle di chi è dovuto soccombere, e le voci della testimonianza, i sussurri di chi è riuscito a sopravvivere all'orrore senza fine e ha cercato di opporsi al silenzio crudele della Storia.L'Eclisse ripercorre, assieme alla storia degli Armeni e del loro olocausto, le intermittenze espressive di una tradizione antica e i miti di creazione del cosmo culturale armeno, componendo in un affresco comune la storia e la mitologia, la memoria e il sogno, il linguaggio della fiaba e quello della realtà più cruda.Le musiche che attraversano il testo - eseguite dall’Anahit Ensemble - sono opera del compositore e musicologo armeno più venerato in patria e nella diaspora, Soghomon Soghomonian, più conosciuto come Komitas. E la storia stessa di Komitas si identifica con il genocidio degli Armeni: era il 24 aprile del 1915 quando il governo dei Giovani Turchi diede ordine di arrestare e in seguito eliminare tutti i circa duecentocinquanta intellettuali e notabili armeni di Istanbul, eliminando in tal modo i referenti civili e religiosi degli armeni della città e dando così il segnale d'avvio dello sterminio di massa. Komitas fu tra questi morti.
Sonya Orfalian




Sulla questione armena:  

Radio3 Europa vai al sito 

Uomini e Profeti vai al sito

Passioni vai al sito