GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

La frutta secca

Bigazzi: io mangio italiano

    » Segnala ad un amico

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Arachidi o noccioline americane o spagnolette : il loro valore nutritivo a parità di peso è maggiore di quello della carne. Il “panello” che si ottiene dai semi altamente nutrienti ed energetici, da una farina ricostituente. Il burro che se ne fa e  l’olio che se ne estrae  (purchè da torchiatura a freddo) è un forte nutriente. Poi vengono le  Mandorla.  Quelle italiane sono  come al solito da preferire per 2 motivi: - Per il loro involucro durissimo che le protegge da tutto, - Per il loro sapore e i loro straordinari nutrienti. Da mangiare con moderazione per l’alto potere nutritivo. Il latte di mandorle( 50g. di mandorle, 50 g. di miele per 1 litro d’acqua) assomiglia al latte materno. L’olio di mandorle è usato come lassativo per bambini e blando purgante. Per uso esterno fa bene alla pelle secca.Le  Mandorle  americane hanno  la buccia che si sfalda con la pressione delle dita, perciò facili da mangiare. ma pericolose perché per il loro  guscio morbido deve subire trattamenti chimici per i lunghi trasporti. Attenzione! Ho sentito dire  che anche qui in Italia  si piantino queste mandorle...attenzione ai trattamenti.Le noci: sono il frutto più ricco di energia, vermifugo ( queste indicazioni mediche le riporto perché fanno parte della cultura contadina, ma naturalmente per gli usi curativi rivolgersi sempre al proprio medico); nella mia casa paterna ,oltre alle parassitosi intestinali si prendevano anche in caso di diarrea). L’ olio di noce (4 kg. di noci secche forniscono 2 kg. di gherigli, pressando i quali si ottiene circa 1 litro di olio) prodotto in modo particolare oggi ancora sulle  Alpi piemontesi e usato, con misura,  al posto doll’olio di  oliva. I 3 più importanti produttori di noci sono gli USA la Francia e l’Italia. Il pistacchio di Bronte cresce solo a Bronte. La pianta  non richiede concimazioni e non richiede acqua , è biologico di natura. Ingrediente fondamentale per i dolci, in Germania è molto usato per le salse che accompagnano la selvaggina, mangiato in purezza  è una delizia straordinaria. Quello coltivato altrove (Turchia, Iran, USA ) è molto diverso dal nostro.  I frutti sono di gran lunga inferiori come aromi e sapori, ma prestandosi a coltivazioni intensive, costano molto meno e perciò le industrie dolciarie e i salumifici hanno cessato di usare quelli di Bronte a favore di quelli esteri. Succede quello che accade per la Tonda Gentile di Piemonte, alla quale sono preferite le nocciole turche di gran lunga inferiori. Siamo il paese dell’eccellenza, se  rimaniamo tale alla lunga risulteremo vincenti. Il discorso sugli  OGM è come al solito un discorso inutile. Noi non possiamo permetterceli per un semplice motivo: in Brasile, in Cina in India, negli USA di terra ce n’è tanta, le proprietà terriere sono enormi e i costi di produzione basse. Noi non potremmo mai competere sul mercato contro questi colossi.  Ma abbiamo la tendenza a discutere di cose inutili come la fine degli idrocarburi che ci saranno per diverse generazioni ancora grazie ai  nuovi sistemi di estrazione e le nuove ricerche. E’ finito il petrolio da 1 dollaro a barile, ma con 100 dollari a barile ce ne sarà ancora per oltre 100 anni. Ma noi ci facciamo prendere dall’impazienza e abbiamo investito con agevolazioni dello stato in pale eoliche e pannelli solari. Anche in questo caso l’ignoranza al potere è dannosa: come vedete la conoscenza non serve solo per  l’alimentazione.