Italiani Indipendenti

Sarah Dietrich

  • Andato in onda:
  • Visualizzazioni:

      Sarah Dietrich nasce a Roma e sin da adolescente intraprende lo studio del pianoforte e del canto (lirico e leggero), con approfondimenti nel corso degli anni sulla ricerca e la sperimentazione vocale.

      Consegue il diploma inferiore di canto lirico presso il Conservatorio di musica classica “Alfredo Casella” de L’Aquila.

      Autrice e compositrice di alcune colonne sonore per il cinema (tra le altre “L’Apetta Giulia e la Signora Vita”, che la vede duettare con Raf e Irene Grandi), dal 2009 al 2014 collabora come cantante negli Ardecore, gruppo pop folk in cui reinterpreta brani antichi della tradizione romanesca.



      Nel 2011 incontra David Tibet, leader di uno storico gruppo folk inglese, i Current 93, e farà insieme a loro, in qualità di cantante ospite, diversi concerti in Inghilterra e in Italia.

      Dal 2015 inizia la collaborazione con Davide Combusti (in arte The Niro) e Michele Braga volta alla lavorazione del suo primo album solista.

      Ad Ottobre 2016, dopo un lungo tour in acustico di oltre 30 date in tutta Italia, viene presentato in esclusiva su Repubblica Tv “Implacabile”, il video del primo singolo che anticipa l’uscita dell’album, prevista per il 31 Marzo (etichetta Modern Life distribuzione Audioglobe/Believe Digital)

      “Una Storia Mia” è il titolo del primo album da solista di Sarah Dietrich, già apprezzata in passato al fianco di Giampaolo Felici nel progetto Ardecore. Il disco, che vede la produzione artistica di The Niro e Michele Braga, è un viaggio di otto canzoni alla riscoperta della propria identità. La donna di cui parla la Dietrich cerca una nuova consapevolezza, un diverso rapporto con il mondo e l’irrazionale, supera gli stereotipi e gli schemi e teme più i sentimenti.

       In una dimensione dove sogno, spiritualità e razionalità convivono, vince sempre il desiderio di vivere a pieno. Sarah parla d’amore, in tutte le sue sfaccettature, cambiando spesso punto di vista: che sia un addio, un’illusione, una presa di posizione, un’azione, tutto ci aiuta a “ritrovare noi stessi”.

      Commenti

      Riduci