Contenuti della pagina

Tutto esaurito per lo spettacolo al Diana di Napoli

Il Riccardo III ‘contemporaneo’
successo teatrale per Ranieri

Regista e attore, l’artista veste i panni del truce personaggio shakespeariano dall’anno scorso, quando lo spettacolo, con la colonna sonora scritta dal maestro Ennio Morricone, debuttò a Verona. Da allora ha sempre sbancato i botteghini, contro ogni aspettativa e nonostante i dubbi di molti sulla versione scritta dal cantante, come lo stesso spiega al Giornale Radio. Ora è in scena al Teatro Brancaccio di Roma

Massimo Ranieri (foto LaPresse)
ROMA -

Grande successo per il ‘Riccardo III’ di Shakespeare messo in scena da Massimo Ranieri, al contempo regista e attore protagonista, in un adattamento contemporaneo con musiche composte da Ennio Morricone. Il debutto, lo scorso anno, a Verona per lo spettacolo teatrale che ha letteralmente sbancato i botteghini, tanto da rendere necessario aggiungere due serate al Brancaccio di Roma, mentre al Diana di Napoli, dove arriva mercoledì, c'è già' il tutto esaurito

Ranieri dirige se stesso sul palcoscenico giocando la doppia parte di regista e di attore drammatico in una delle storie più dure portate sulla scena dal grande drammaturga inglese. Ma cosa ha cercato, cosa ha trovato, al dunque, in questa truce storia sempre attuale? Ha scoperto, dice lui stesso, che ''non si tratta solo di un personaggio straordinario; è soprattutto un grandissimo attore: il numero uno dei malvagi, dall'altra il grande genio della rappresentazione del potere. Del resto i grandi uomini di potere non sono grandi uomini?''. Da qui la scelta di vestire tutti con lo smoking - costumi di Nana Cecchi - per annullare qualsiasi riferimento figurativo all'epoca narrata; e la scenografia che diventa torre e prigione, sala del trono e campo di battaglia. Il tutto affidato a un cast molto folto e a una recitazione sopra le righe, che è lo specchio della nevrosi del grande protagonista.



Ultima Modifica: 15 novembre 2014, 14:01