Contenuti della pagina

Era scomparso a Santa Croce Camerina dopo aver marinato la scuola

Bimbo trovato morto nel ragusano L’autopsia per far luce sul dramma

Ancora tutto da chiarire il mistero della tragica fine di Andrea Loris Stival, il piccolo di 8 anni il cui corpo senza vita è stato ritrovato alla periferia del paese siciliano in cui viveva a poche ore dall’allarme lanciato dalla madre che non l’aveva trovato alla fine delle lezioni. Previsto un nuovo sopralluogo sul luogo del ritrovamento degli inquirenti che raccomandano a tutti i cittadini di fornire eventuali dettagli utili per le indagini mediante segnalazioni, anche anonime

Il punto in cui è stato rinvenuto il corpo del bambino scomparso nel ragusano (foto Ansa)
ROMA -

In provincia di Ragusa, proseguono le indagini sul bambino di 8 anni trovato morto nella campagne vicino a Santa Croce Camerina. Era scomparso sabato mattina, dopo aver marinato la scuola. Polizia e Carabinieri lanciano un appello: "Chi ha visto qualcosa parli, anche in forma anonima". Intanto, la Procura di Ragusa ha disposto l'autopsia sul corpo del piccolo Andrea Loris Stival.

Il nucleo investigativo dei Carabinieri e gli agenti della Squadra mobile del centro siciliano effettueranno un nuovo sopralluogo sul luogo in cui è stato il corpo del piccolo di otto anni trovato senza vita dopo che la madre ne aveva denunciato la scomparsa. Ieri, subito dopo la macabra scoperta fatta da un cacciatore, gli investigatori hanno ascoltato i parenti e le persone più vicine al piccolo per cercare di ricostruire le ultime ore di vita di Andrea. Ascoltato anche il padre che lavora come autotrasportatore ed è arrivato in paese soltanto a tarda notte. Quando ha saputo della morte del figlio si trovava in viaggio tra Roma e Napoli.

Il bambino, accompagnato dalla madre ieri mattina davanti alla scuola, non è entrato all'interno dell'istituto. L'allarme è scattato alle 12.45, quando la madre, al suono della campanella, non ha trovato il figlio. Fonti investigative spiegano che "al momento non può essere esclusa alcun tipo di ipotesi" su cosa sia accaduto al piccolo Andrea. Le forze dell'ordine hanno anche lanciato un appello raccomandando “a tutti i cittadini di fornire eventuali dettagli utili per la prosecuzione delle indagini mediante segnalazioni, anche anonime, ai numeri d'emergenza 112 e 113 o recandosi presso un qualunque ufficio di Polizia".



Ultima Modifica: 30 novembre 2014, 12:51