Contenuti della pagina

Faccia a faccia tra il leader dei radicali Marco Pannella e il ministro della Giustizia

Carceri affollate. Ipotesi amnistia

Pannella soddisfatto dopo l'incontro con Nitto Palma: "Abbiamo sempre avuto rapporti personali buoni anche con i suoi predecessori ma francamente non ricordo un primo incontro con un Guardasigilli così lungo, in un periodo come questo"

ROMA -"Abbiamo ribadito al ministro della Giustizia la nostra visione dell'amnistia come unica indicazione ed ipotesi per fare decollare la riforma complessiva della giustizia". Il leader storico dei radicali, Marco Pannella, sintetizza così uno dei temi dell'incontro, durato circa 2 ore e un quarto, con il neo Guardasigilli, Nitto Francesco Palma. "Si tratta - spiega Pannella - dell'unico strumento strutturale per poter procedere alla riforma, di un tema trainante necessario anche per le altre cose già annunciate".

 

Quello con il ministro "è stato un incontro molto approfondito, molto dialogante, nel quale Palma ci ha espresso molte sue considerazioni di ordine generale, entrando pero' anche nel particolare di alcune questioni. Abbiamo sempre avuto rapporti personali buoni anche con i suoi predecessori ma francamente non ricordo un primo incontro con un Guardasigilli così lungo, in un periodo come questo".

"La mia iniziativa esce rafforzata dall'incontro". Lo ha detto il leader dei Radicali, Marco Pannella, dopo due ore di incontro col ministro Palma sull'emergenza carceri e giustizia. Panella si è riferito allo sciopero della fame e della sete indetto per il 14 ottobre. "Chiederemo al Parlamento - ha concluso Pannella- di essere coerente con l'analisi ufficiale espressa in modo chiarissimo dal Presidente della Repubblica sui problemi della giustizia e, quindi, del carcere".

 



Ultima Modifica: 12 agosto 2011, 05:56