Rai 3
Televideo

Promo

Le banche italiane schiacciate da 190 miliardi di crediti malati. Non è che li hanno prestati alle persone sbagliate? Lunedì 8 maggio 21.30 Rai3


Il Primo Maggio non andiamo in onda: Rai3 trasmette il concerto da piazza San Giovanni a Roma

  1. 1
  2. 2
  • Inchiesta del 17 aprile 2017

    Che spettacolo!

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    Un miliardo e duecento milioni: è il contributo di cui ha beneficiato l’industria cinematografica italiana negli ultimi cinque anni, più di tanti altri settori a cui è precluso l’aiuto di Stato. Con i soldi del contribuente è discutibile salvare una banca, secondo l’Unione Europea, ma sovvenzionare il cinema si può: è una questione di identità culturale. Che film abbiamo finanziato per il loro interesse culturale?

  • Inchiesta del 17 aprile 2017

    Reazioni avverse

    di

    Il papilloma virus (HPV) è stato collegato all’insorgere del tumore al collo dell'utero. Per prevenirlo l’Italia è stata il primo paese in Europa ad introdurre il vaccino anti-papilloma virus, tra i più costosi in età pediatrica. Le nostre autorità sanitarie hanno potuto contare su una valutazione positiva dell’Agenzia Europea del Farmaco, che ha dichiarato sicuro questo tipo di vaccini. Ma le segnalazioni sui possibili danni causati dal vaccino anti HPV sono state correttamente valutate?

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    Un aereo per il presidente

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    English text included - Report sulle tracce della tangente descritta come la più grande al mondo. Parliamo del miliardo di dollari che sarebbero stati pagati da Eni per l'acquisto di un blocco petrolifero in Nigeria. Soldi che non sarebbero andati nelle tasche dei cittadini nigeriani, ma nella disponibilità dell’ex ministro del petrolio Dan Etete. Seguendo la pista del denaro ci siamo ritrovati a Londra, Ginevra, Lugano, New York, Washington e a Pointe-Noire in Congo-Brazzaville, dove i nostri inviati sono stati arrestati...

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    L'Unità immobiliare

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    Salvare un grande giornale di partito dal crac serve a garantire il pluralismo o piuttosto a gonfiare il portafoglio dei privati accorsi al capezzale? Nel 2014 L'Unità è sull'orlo del fallimento. Le rotative si fermano e il quotidiano non va in edicola per alcuni mesi. Il salvataggio avviene all'inizio del 2015. Il nuovo socio finanziatore è il costruttore milanese Massimo Pessina. Come sono cambiate le sorti della Pessina Costruzioni da quando i suoi proprietari sono diventati soci del Pd?

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    La cruna dell'ago

    di

    Collaborazione di Greta Orsi
    È mai possibile che nelle sale operatorie degli ospedali entrino dei dispositivi medici non a norma? Si tratta di dispositivi medici invasivi. L'inchiesta di Report racconterà come attraverso trucchi è possibile aggirare i controlli e ottenere la certificazione europea. Scopriremo anche che sono avvenuti incidenti in sala operatoria che non sono stati segnalati dai medici.

  • Inchiesta del 03 aprile 2017

    Dio Coca-Cola

    di

    Collaborazione di Valeria Fraschetti, Michela Mancini e Silvia Scognamiglio
    English text included - La Coca Cola è la più venduta al mondo: circa due miliardi di bottiglie al giorno, cinquecento marchi distribuiti in duecento paesi. Per capire come è diventata la numero uno abbiamo fatto un viaggio negli Stati Uniti, nella sede storica di Atlanta, dove c’è la cassaforte che conserva la sua formula magica, il primo segreto del suo successo.
    All'interno: le analisi commissionate da Report sui campioni di bevante zuccherate

  • Inchiesta del 03 aprile 2017

    Biberon a tutto gas

    di

    Collaborazione di Michela Mancini
    Cinquecentomila neonati italiani ogni anno succhiano, direttamente dai biberon dell'ospedale, residui di ossido di etilene, un gas cancerogeno secondo l'Oms. Oltre un anno fa, la direzione prevenzione sanitaria del ministero della Salute aveva raccomandato di non utilizzarli se non in casi particolari, ma alle Asl italiane non è stato comunicato e nel frattempo gli appalti sono andati avanti.

  • Onore al merito del 03 aprile 2017

    Presenze ingiustificate

    di

    Ai professori universitari la legge Gelmini aveva bloccato gli scatti di stipendio per cinque anni. Allora per compensarli è stato stanziato un incentivo una tantum di 108 milioni che ogni ateneo distribuisce ai più meritevoli con le proprie regole. A Perugia per esempio l’incentivo va da ottocento a cinquemila euro. ma capita che i soldi se li intasca anche il luminare che non si fa mai vedere in facoltà, mentre i docenti che si impegnano restano esclusi.

  • Inchiesta del 27 marzo 2017

    Sotto le stelle

    di

    Collaborazione di Carla Falzone e Ilaria Proietti
    Una stella Michelin cambia la vita a un ristorante e allo chef, ma anche le forchette del Gambero Rosso e i cappelli dell’Espresso possono fare la fortuna di un cuoco, che da quel momento ha la possibilità di partecipare a trasmissioni televisive, eventi culinari nazionali e internazionali, avere sponsor, diventare consulente, docente e fondare scuole. Ma agguantare stelle, cappelli e forchette ha un prezzo. Qual è?

  • Inchiesta del 27 marzo 2017

    Ricercatori e ricercati

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti e Cataldo Ciccolella
    Il Consiglio Nazionale delle Ricerche gestisce un budget di circa un miliardo e duecento milioni di euro. Ma come lo fa? Una parte dei soldi della ricerca sono stati spesi in gonfiabili, ortaggi, vino, tappeti orientali. Dalle carte di un audit interno del Cnr di cui Report è venuto in possesso, emergono convegni contabilizzati più volte, richiesta di finanziamenti con firme false e progetti di ricerca inesistenti.

  • 20 anni di Milena

    Gli ultimi aggiornamenti, l'appello ad andare a votare al referendum costituzionale, e il saluto di tutta la squadra di Report a Milena Gabanelli, che come annunciato a ottobre lascia la conduzione. Il programma torna in onda sotto Pasqua, "questa volta però - dice Milena - la croce la porterà Sigfrido Ranucci".

  • Com'è andata a finire del 28 novembre 2016

    La via d'uscita

    di

    È in atto la più grave crisi migratoria dal secondo dopoguerra, la risposta dell'Europa è stata quella di firmare un accordo con la Turchia per bloccare la rotta balcanica, mentre i vari stati europei hanno chiuso le frontiere. Qual è stato l'effetto di queste politiche per l'Italia? L'aumento dei migranti che sbarcano e restano nel nostro paese. Per evitare l'instabilità, nella scorsa edizione abbiamo provato a costruire un progetto pragmatico: cosa ne pensano i sindaci?

  • Com'è andata a finire del 28 novembre 2016

    Anas per l'Italia

    di

    Ritorniamo su Anas, a un anno di distanza e dopo le dimissioni dell'allora presidente Pietro Ciucci, sostituito da Gianni Armani. Un mese fa crolla un cavalcavia ad Annone Brianza, c'è un morto.

  • Com'è andata a finire del 28 novembre 2016

    A caval donato...

    di

    A distanza di sei mesi si torna a parlare dei gettoni d’oro dalle Rai prodotti dalla Zecca. Ad aprile scorso avevamo scoperto che a una vincitrice di Perugia la Zecca dello Stato aveva coniato come oro puro 999,9 dei gettoni che invece, fatti analizzare da un laboratorio legale, erano risultati sotto titolo: 995. Si tratterebbe di frode in commercio, e a essere frodati sarebbero la Rai, che dalla Zecca compra oro 999, e i vincitori. Report ha scoperto un’altra frode che se confermata sarebbe di ben altre dimensioni.

  • Inchiesta del 21 novembre 2016

    Caviar democracy

    di

    Collaborazione di Cataldo Ciccolella
    English text included
    Giornalisti in prigione, una fortuna nascosta a Panama, repressione degli oppositori politici, guerra al confine, amichevoli rapporti con l’occidente. Questo il programma di governo del presidente Aliyev alla guida dell’Azerbaigian, il paese del Caucaso ricco di idrocarburi e caviale. Un paese con cui l’Italia fa affari da anni e che ci venderà il gas per riscaldare le nostre case, in arrivo sulle coste pugliesi con il gasdotto TAP.

  • Inchiesta del 21 novembre 2016

    Tipico ma non troppo

    di

    Il piacere dell'enogastronomia di qualità si paga caro perché si tratta di prodotti tipici, difficili da coltivare o allevare, frutto di tradizione e tanto lavoro. Come il pistacchio di Bronte, protetto da una DOP che lo rende prezioso e rinomato. Ne producono circa 1500 tonnellate. Ma nel mondo di ne gira molto di più, perché? Poi c’è chi fa affari con il marchio Bazzone, il prosciutto proveniente dai maiali allevati in Garfagnana. Se ne allevano solo centoventi l’anno. Eppure...

  • Inchiesta del 14 novembre 2016

    La frazione di Prosecco

    di

    Nella zona Doc e Docg si producono circa cinquecento milioni di bottiglie di Prosecco, un successo mondiale del vino storicamente prodotto in Veneto, tra Conegliano e Valdobbiadene. Ma lo spumante che oggi viene bevuto nel mondo prende il nome da Prosecco, una piccola frazione che nasce sul costone carsico del comune di Trieste. Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera...

  • Inchiesta del 14 novembre 2016

    La via dei farmaci

    di

    Documentazione di Silvia Scognamiglio
    A causa dei brevetti il mercato dei farmaci raggiunge fatturati da capogiro. Una sola confezione con ventotto compresse di antiepatite C può costare ventisettemila euro, il trattamento completo non meno di sessantamila. Così c'è chi si va a curare in India con generici che costano meno di mille euro, mentre in Italia c'è chi ha messo a segno furti milionari presso le farmacie ospedaliere.

  • Inchiesta del 07 novembre 2016

    Lo Stato dei concorsi

    di

    Collaborazione di Carla Rumor e Ilaria Proietti
    Per diventare dirigente nella pubblica amministrazione si deve fare un concorso, lo dice la Costituzione. Lo ribadiscono a Report anche il viceministro all’Economia, Enrico Zanetti, e il Presidente dell’Anac Raffaele Cantone. Eppure da anni le agenzie fiscali sono piene di dirigenti “incaricati”, che il concorso non l’hanno mai fatto. A sanare la loro posizione sono stati nel tempo i governi di turno...

  • Inchiesta del 31 ottobre 2016

    La nuova geografia

    di

    Collaborazione di Andrea De Marco e Filippo Proietti
    English text included
    Nascono nuovi continenti ma non sono rappresentati sulle carte geografiche. Si tratta di confini virtuali e lo spazio è quello della rete globale delle città connesse. Un viaggio da Nairobi, attraverso Milano, Torino e Genova, passando per la Francia e la Germania verso New York per tracciare la mappatura di una nuova infrastruttura economica.

  • Inchiesta del 31 ottobre 2016

    Cina compact

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    Mentre l'Europa continua a dividersi sul migration compact e a tirare su i muri tra nazioni, chi investe davvero in Africa sono i cinesi: dai grandi contractor di proprietà dello stato, ai piccoli imprenditori privati. È un nuovo modello di cooperazione che decreta la fine del vecchio e superato modello delle ong. L'occidente li accusa di politiche neocoloniali, mentre loro costruiscono strade, ferrovie, porti, aree industriali e intere città.

  • Onore al merito del 31 ottobre 2016

    L'assessore

    di

    Una sedia a rotelle. E le bombole di ossigeno. E una mamma che se le trascina insieme al figlio disabile per chilometri a piedi pur di portarlo in classe, perché manca lo scuolabus. "La scuola è aperta a tutti", recita l'articolo 34 della Costituzione, invece in provincia di Catanzaro, per un assurdo rimpallo di responsabilità tra istituzioni, a trenta ragazzi disabili è negato il diritto allo studio da due mesi. Tutto ruota sempre attorno ai finanziamenti.

  • Inchiesta del 24 ottobre 2016

    L'età della plastica

    di

    Collaborazione di Greta Orsi e Silvia Scognamiglio
    Negli ultimi sessanta anni la plastica ha rivoluzionato la nostra vita e ormai avvolge tutto, anche il cibo che mangiamo ogni giorno. Basta pensare che il 90% degli imballaggi alimentari è in plastica, dalle bottiglie dell'acqua alle alici sott'olio, dagli utensili da cucina ai contenitori, ai piatti. Le plastiche sono colorate, morbide, dure, trasparenti, ma per realizzarle servono plastificanti, antiossidanti, inchiostri, solventi. Una piccola dose di sostanze chimiche migra dal contenitore al cibo...

  • Inchiesta del 17 ottobre 2016

    Occhio al portafoglio

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti e Michela Mancini
    In banca è sempre più facile trovare il promoter finanziario che propone diamanti come investimento sicuro, sono considerati bene rifugio per eccellenza. Non tutte le banche però ci dicono che il prezzo che paghiamo per acquistare il diamante è il doppio del valore di mercato. Quanto sono trasparenti questi investimenti? Alla fine chi guadagna sempre, a prescindere dell’esito dell’investimento sono sempre loro, le banche.

  • Onore al merito del 17 ottobre 2016

    C'è Poste per te

    di

    In quanti sognano un ruolo da dirigente alle Poste? Alessandro Alfano, fratello del ministro dell’Interno, è tra quelli che c’è riuscito. Tra i suoi requisiti c’è una laurea breve in economia conseguita dopo 16 anni di università. Oggi gestisce tutto l’enorme patrimonio immobiliare che Poste possiede in Sicilia. Come ce l’ha fatta?

  • Inchiesta del 10 ottobre 2016

    Bio illogico

    di

    È bastato cambiare un numero su un certificato per far passare undicimila tonnellate di grano duro convenzionale come biologico. La truffa è partita da San Paolo Di Civitate, provincia di Foggia. Gli enti che dovevano e potevano controllare sulla vendita se ne sono accorti sei mesi dopo, quando il grano è diventato semola e poi pasta spedita in tutto il mondo. Che cosa succede se poi si scopre che il grano non era biologico? Bisogna ritiralo dal mercato, ma dopo mesi è già cotto e mangiato.

  • Inchiesta del 10 ottobre 2016

    Muoversi

    di

    Sempre più giovani sotto i trent’anni si ritrovano con il collo deformato perché passano ore con la testa piegata sul telefonino o sul tablet, oppure seduti davanti al computer con posture scorrette. Invece di stare sempre a scrivere e inviare messaggi vocali, per grassi e magri la vera medicina è: muoversi!

Rai.it

Siti Rai online: 847