I programmi di Rai Uno

Overland 17

L'ESTREMO SUD-EST ASIATICO TRA MARE E TERRA

Questa volta il viaggio di Overland si snoda lungo 4 nazioni tra le più belle e affascinanti del Sud-Est asiatico: Thailandia, Malesia, Cambogia e Myanmar. Si andrà alla scoperta di tradizioni, culture, popolazioni, meraviglie naturali e faunistiche in un susseguirsi di trasferimenti a bordo di 4x4.

Ancora una volta l'Avventura di Overland lascerà a bocca aperta: si partirà dalle terre più incontaminate del Nord thailandese e si percorrerà verso sud l'intera penisola di Malacca, sconfinando nella Malesia peninsulare; si raggiungerà il cuore della Cambogia per pochi giorni e poi si volerà in Myanmar, uno dei pochi Paesi al mondo aperti da poco al turismo e che custodisce ancora una realtà autentica. Come sempre sarà protagonista l'avventura più pura e genuina, arricchita da storia, popoli e panorami mozzafiato.


PUNTATA 9 
Mercoledì 31 agosto 2016 alle 23:45 


Il viaggio in treno è la soluzione migliore per entrare in contatto con la popolazione locale. Dopo un primo imprevisto, capiamo che non è giornata: alla nostra fermata scopriamo che poco prima proprio lì è avvenuta una sparatoria. Profughi in fuga da altri villaggi. La tensione sale, militari ovunque, in assetto di guerra. Il morale si risolleva in un centro assistenza per elefanti sfruttati dai lavori forzati, e in un monastero dove siamo ospitati per la notte. I saggi insegnamenti del monaco indottrinano i noviziati, impegnati nella questua giornaliera.Il lago Inle, culla di pregevoli attività artigianali e agricole. Il tipico stile di manovra delle barche remando con i piedi non sarà l'unico elemento caratteristico della zona.

La sorpresa più forte la si osserva dall’alto: orti e giardini galleggianti sull’acqua, un lavoro antico che si rinnova ogni giorno e concede la possibilità per tutti gli abitanti di coltivare frutta e ortaggi. Inoltrandoci nel cuore delle terre abitate dalle popolazioni Karen, incontreremo le donne-giraffa alla ricerca di una vita serena e indipendente. Il soldato dell'Esercito di Liberazione Nazionale Karen a guardia di un posto di blocco racconta parole di speranza verso il futuro di un unico Paese unito.L’ambasciatore a Yangon, parlando della leader democratica e Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, chiude il racconto del viaggio in Myanmar, ultimo Paese del Sud-Est asiatico che si visita in questa stagione di Overland.



PUNTATA 8 
Mercoledì 24 agosto 2016 alle 23:45 


L’idea di incontrare grandi foreste di legno Tek, elefanti, scimmie e tigri s'infrange davanti allo scempio della deforestazione perpetrato dagli inglesi in passato, e in epoca recente dai Paesi confinanti ma anche dalla giunta militare al potere. Una distesa arida di colline completamente bruciate. 

Nella Dry Zone, solo lungo il fiume Irrawaddy è possibile ricavare acqua e terreno per l'agricoltura: è la zona più povera e arida di tutto il Paese e la malnutrizione dilaga soprattutto tra i più piccoli.Pregevoli i progetti dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo che dimostrano la volontà degli italiani a migliorare la vita delle popolazioni locali. Il Monte Popa e il corteo per l'iniziazione dei piccoli monaci rivelano l'importanza della religiosità buddhista Birmana che permea ogni istante della vita. Bagan: l’antica capitale, una vasta distesa di templi e pagode che svettano per chilometri a perdita d'occhio.L'Irrawaddy  conduce fino a Mandalay, la metropoli del Buddhismo Theravada, che custodisce le gigantesche tavole dei Sacri Scritti.





PUNTATA 7 

Mercoledì 17 agosto 2016 alle 23:45 


Il viaggio proseguirà sabato 13 agosto su Rai1 alle 7.05 nella zona amazzonica della Bolivia. Con l’aiuto delle autorità, che consentono di accedere alle coltivazioni di coca, si approfondirà un argomento molto discusso negli ultimi anni: in Bolivia è legale la masticazione della foglia di coca, che è ben diversa dalla sua versione raffinata e illegale, la cocaina. Progetti a tutela di flora e fauna danno onore alla Bolivia. La riforestazione, necessaria dopo l’incontrollato disboscamento per mano che contadini e allevatori, è qui gestito dai militari con un accurato lavoro di piantumazione per tentare di riportare la foresta alla sua primitiva origine. 

Ci lanciamo in un’elettrizzante discesa in downhill lungo il Camino della Muerte, così chiamato per le numerose morti che ogni anno avvengono lungo questo percorso. Il tempo piovoso non facilita il procedere della spedizione e alcuni problemi stradali rendono la puntata decisamente movimentata. Percorrere un fiume amazzonico in un parco denso di animali fa riflettere sull’attuale conservazione del patrimonio faunistico della Bolivia.La spedizione finisce il suo percorso boliviano: un cambio turno tra i partecipanti e si partespediti verso il confine con il Perù.

 


PUNTATA 6 

Sabato 13 agosto 2016 alle 7:05 


Il viaggio proseguirà sabato 13 agosto su Rai1 alle 7.05 nella zona amazzonica della Bolivia. Con l’aiuto delle autorità, che consentono di accedere alle coltivazioni di coca, si approfondirà un argomento molto discusso negli ultimi anni: in Bolivia è legale la masticazione della foglia di coca, che è ben diversa dalla sua versione raffinata e illegale, la cocaina. Progetti a tutela di flora e fauna danno onore alla Bolivia. La riforestazione, necessaria dopo l’incontrollato disboscamento per mano che contadini e allevatori, è qui gestito dai militari con un accurato lavoro di piantumazione per tentare di riportare la foresta alla sua primitiva origine. 

Ci lanciamo in un’elettrizzante discesa in downhill lungo il Camino della Muerte, così chiamato per le numerose morti che ogni anno avvengono lungo questo percorso. Il tempo piovoso non facilita il procedere della spedizione e alcuni problemi stradali rendono la puntata decisamente movimentata. Percorrere un fiume amazzonico in un parco denso di animali fa riflettere sull’attuale conservazione del patrimonio faunistico della Bolivia.La spedizione finisce il suo percorso boliviano: un cambio turno tra i partecipanti e si partespediti verso il confine con il Perù.



PUNTATA 5 
Mercoledì 11 agosto 2016 alle 23:45 


Overland in onda su Rai1 mercoledì 10 agosto alle 23.45 sarà in Cambogia, vive il presente alla luce del suo grande e antico passato Khmer, e della sua cultura Buddista e Induista che ha lasciato incredibili patrimoni archeologici disseminati su tutto il territorio, molti dei quali sono appena stati scoperti. Dalla città di Siem Reap incomincia il viaggio cambogiano di Overland: visitiamo i templi sconosciuti di Phnom Kulen, il fiume dei 1.000 Lingam, i templi di Ankgor e gli altri siti che le varie dinaste costruivano con l'arrivo al potere.

Ma dal passato emergono anche ombre di guerra e massacri che non possono lasciare indifferenti. Filippo va alla ricerca della casa natale di Pol Pot, despota sopraffatto dalla pazzia e da una idea fissa: riportare l'intera Nazione allo stato contadino senza divisione di classi. Che presto degenerò nell'istituzione di campi di lavoro, tortura e sterminio.
Una cicatrice indelebile quella dei Khmer Rossi, che però non impedisce la rinascita delle nuove generazioni, libere dalla dittatura e desiderose di riscatto. La grande umanità del dottor Richner è un grande esempio della grande ricostruzione che mobilita il Paese: a scapito della propria incolumità in 15 anni ha realizzato 5 ospedali per bambini completamente gratuiti.Il viaggio si concluedrà tra mercati e ristoranti di classe, assaporando le specialità locali: tarantole, vermi e scorpioni, per arrivare infine alle porte di Phnom Penh, la capitale. 

 

PUNTATA 4 

Mercoledì 4 agosto 2016 alle 23:45 


La quarta puntata di Overland in onda su Rai1 mercoledì 4 agosto  alle 23.45, farà tappa nella periferia di Kuala Lumpur, dove si incontreranno  con la minoranza induista più autentica, che si manifesta con autoflagellazioni e riti legati al tempo passato. Nella Grotta Tempurung si troviamo tracce della guerra civile, conosciuta come Emergenza Malese, periodo buio nella storia malese ormai lasciato al passato. Mentre nella Giungla di Muschio, il Parco Nazionale Royal Belum e l'Isola degli Oranghi il telespettatore sara catapultano negli esotici scenari di Salgari. 

Il paese oggi raccoglie le diversità culturali e religiose incontrando gli Indigeni Orang Asli che vivono nel Royal Belum e le popolazioni multietniche delle isole Penang e Langkawi. L'immersione subacquea tra i colori sottomarini di Pulau Payar chiude in bellezza il nostro viaggio in Malesia.



PUNTATA 3
Mercoledì 27 luglio 2016 alle 23:45 



Overland in onda su Rai1 mercoledì 27 luglio alle 23.45, scoprirà negli ultimi giorni in Thailandia, le ultime bellezze di questa Nazione meravigliosa e pacifica sia a piedi che in barca, tra le isole nel mare delle Andamane, all’insegna di incontri con persone, ma anche con pesci tropicali e monumenti naturali.

Il viaggio improvvisamente cambierà aspetto una volta entrati in Malesia, il primo impatto con la popolazione genera rispetto e la certezza che si tratta di un mondo islamico, capo coperto per le donne, zuccotto bianco per gli uomini, ma il contatto con i malesi è ospitale e generoso. Sulla strada verso la capitale si visiterà Putrajaya, una città costruita recentemente per accorpare tutti gli uffici amministrativi e governativi del Paese.

Sarà attraversato il maestoso ponte Seri Wawasan e la capitale della Malesia si avvicina.Kuala Lampur è un complesso enorme di grattacieli adibiti a uffici e abitazioni, le forme avveniristiche delle costruzioni danno la dimensione della dilagante ricchezza di questo Stato Federale che solo nel 1957 ha ottenuto l’indipendenza dall’Impero Coloniale inglese.L’immensa Moschea Nazionale e il Museo di Arte Islamica sono il trionfo dello splendore religioso.


PUNTATA 2
Mercoledì 20 luglio 2016 alle 23:45

Un altro grande regno del passato, Ayutthaya, rimase vittima delle incursioni Birmane che si incontrano sovente nella storia di questa zona del Paese. L'incontro con la capitale Bangkok riporta al presente: un agglomerato di grattacieli, case popolari, templi monumentali, grandi svincoli stradali, metropolitane, vita sul fiume Chao Phraya che genera una fitta rete di canali percorribili con barche cariche di ogni tipo di merce e alimenti a disposizione nei mercati galleggianti. In pieno centro cittadino, ilTempio del Buddha di Smeraldo, il Grande Palazzo Reale e il Tempio del Buddha Sdraiato, rappresentano un popolo libero di professare la propria religione, il Buddhismo.

Il fiume Kwai porta l'infausta memoria del massacro di oltre 100.000 lavoratori agli ordini dei giapponesi per la costruzione di una ferrovia militare durante la seconda guerra mondiale. Il tempio di Khanon conserva e tramanda lo spettacolo delle ombre thailandesi, una forma teatrale che unisce arte, attore, luci e storia.

Da qui parte la corsa verso il Sud del Paese: la Thailandia è anche mare, isole, panorami unici di strepitosa bellezza e popolazioni ancora poco conosciute. I Moken hanno vissuto come zingari spostandosi da un'isola all'altra lungo la costa occidentale della penisola, alla ricerca di un benessere modesto e quasi primitivo.

 

 

 




 




Guida programmi

    Rai.it

    Siti Rai online: 847