header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - Odio implacabile

  • Durata:01:21:00
  • Andato in onda:22/05/2014
  • Visualizzazioni:

ODIO IMPLACABILE di Edward Dmytryk – USA – 1947 – 90’ Con ROBERT MITCHUM, ROBERT RYAN, ROBERT YOUNG, GLORIA GRAHAME Washington. Il capitano Finlay (Young) della squadra omicidi sta indagando su un misterioso delitto avvenuto nell’appartamento della vittima stessa, un uomo di origini ebraiche. Fra i sospettati c’è un terzetto di ex militari da poco in congedo fra i quali, per personalità, spicca l’ambiguo Montgomery (Ryan). Nell’inchiesta Finlay interroga Keeley (Mitchum), amico ed ex commilitone di Montgomery e gli altri due. Keeley è pronto a giurare sull’innocenza dei suoi tre amici, ma le sue certezze iniziano a traballare quando uno di loro gli rivela che effettivamente quella sera i tre erano a casa della vittima, anche se questo non prova che abbiano commesso l’omicidio. Un utile testimone potrebbe essere la bella Ginny (Grahame), la quale ha passato il resto di quella serata con uno dei tre ex militari. E gli altri due? Difficile trovare tre straordinari Robert uno accanto all’altro, Dmytryk c’è riuscito. Tratto dal racconto “The brick foxhole” scritto due anni prima da Richard Brooks, futuro grande regista (“Il figlio di Giuda”, “I professionisti” etc.), Dmytryk torna sui reduci della guerra mondiale dopo “Anime ferite” del 1946, sempre con Mitchum protagonista. In “Odio implacabile” il regista lascia il dramma del film precedente e opta per il noir a tinte fosche affrontando il tema dell’antisemitismo, una scelta diversa da quella fatta da Brooks che descrive il personaggio di Joseph Samuels, cioè la vittima, come un omosessuale e non un ebreo. Con il suo dittico Dmytryk si guadagnò la nomea di comunista, così da entrare nelle mire della commissione McCarthy di fronte alla quale, preso dal panico, Dmytryk negò ogni simpatia per qualsiasi cosa avesse colore rosso. Come accennato grande cast per questo bel film. Per i più distratti ricordiamo che la Grahame è passata alla storia della settima arte per lo sfregio subìto in “Il grande caldo”, quando Lee Marvin le getta in faccia del caffè bollente; Samuels è interpretato da Sam Levene, più conosciuto come il tenente Abrams della serie “L’uomo ombra/Nick e Nora”. C’è anche Lex Barker nei panni di Harry. Barker è il Tarzan più celebre del cinema dopo Johnny Weissmuller, ebbe anche una piccola parte in “La dolce vita”; sposato per ben cinque volte, morì di infarto nel 1973 a soli 54 anni mentre camminava per le strade di New York. Cinque mogli sono in grado di uccidere chiunque, anche Tarzan. Umberto Berlenghini

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci