[an error occurred while processing this directive]

Contenuti della pagina

Archivio

14 NOVEMBRE - MARIO MONTI. NASCE IL NUOVO GOVERNO

Ruggero Po: il 7 agosto, pubblicato dal tuo giornale, fece scalpore e diede seguito ad un lungo dibattito la riflessione di Mario Monti sul podestà forestiero. Ora che tocca a lui, ritieni che sara’ in grado di salvarci dal cappello di un ipotetico governo sovrannazionale e mercatista?

Ferruccio De Bortoli
: Lui avrà di fronte un compito molto difficile, molto arduo e la strada e’in salita. Certamente con quell’articolo segnalava il fatto che, non adempiendo ai nostri compiti europei, ritardando le riforme, non solo avremmo messo in pericolo l’andamento della nostra economia, e quindi reso insostenibile il rifinanziamento del debito, ma ci saremmo consegnati mani e piedi ad un podestà straniero che avrebbe deciso in nostra vece. Quindi credo che quello che segnalava il Prof. Monti in quell’articolo era la necessità di provvedimenti di urgenza, perché sollecitava il Premier, e lo ha fatto anche nel più recente degli articoli, che non a caso aveva come titolo “Lettera al Premier”. Questo diciamo che e’ il quadro che si apriva già ad agosto. Noi abbiamo purtroppo perso tre mesi. Se avessimo deciso le cose che probabilmente il Governo andrà a decidere nei prossimi giorni non ci saremmo trovati sull’orlo dell’illiquidità’, guardando ogni giorno allo spread come una sorta di giudizio divino, cosa che non e’, per carità. Dobbiamo ritrovare la tranquillità di guardare ogni giorno a quello che si può fare per il nostro Paese con la necessaria tranquillità. Spero che questo possa essere possibile, non mi nascondo le difficoltà. Credo che ci sara’ un altro spread dal quale il nostro Presidente del Consiglio incaricato dovrà guardarsi, quello tra un governo tecnico e le forze politiche che lo sostengono, e quello già all’inizio mi sembra piuttosto ampio.

segue

Ultimi media:

/dl/RaiTV/programmi/liste/ContentSet-cd68de04-304d-477e-ae3e-bd5868739662-A-0.html
[an error occurred while processing this directive]