header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - Squadra antigangsters

  • Durata:01:27:00
  • Andato in onda:18/12/2014
  • Visualizzazioni:

SQUADRA ANTIGANGSTERS di Bruno Corbucci – I – 1979 – 90’ Con TOMAS MILIAN, ENZO CANNAVALE, ASHA PUTHLI, GIANNI MUSY Per le strade di New York si aggira uno strano tipo vestito come un figlio dei fiori o un ultrà della Roma, vista la lunga sciarpa giallorossa che ha intorno al collo. Il suo nome è Nico Giraldi (Milian), poliziotto caduto in disgrazia tanto da lasciare la sua amatissima città per gli Stati Uniti, dove è pronto anche a passare dall’altra parte della barricata, diventare cioè un furfante. Non fa in tempo a entrare in un locale notturno di Little Italy che Giraldi viene subito assunto da un capo mafia con il compito di riscuotere il pizzo dai commercianti del posto. Il primo a dover pagare è il povero Salvatore Esposito (Cannavale), uno dei tanti napoletani emigrati nella Grande Mela. Trovarsi di fronte Giraldi causa a Esposito quasi un infarto: i due sono amici di vecchia data e al posto della mazzetta, Giraldi chiede a Esposito un aiuto per arrivare a contattare Gitto Cardone (Musy), noto e potente boss mafioso. Ricevuta la giusta indicazione, Giraldi tenta di entrare nelle simpatie di Cardone il quale, prima di fare qualunque mossa, si consiglia con la sua bella amante Fiona Strike (Puthli). La donna dà subito parere positivo, merito anche del fascino animalesco del romano. Oltre a piacersi, Giraldi e la Strike hanno anche interessi comuni. Quali? Sa Parigi ha Jules Maigret, Roma ha Nico Giraldi. Quinto e ultimo capitolo della serie dedicata alle squadre “antiqualcosa”, in questo Corbucci sistema la sua macchina da presa prima a New York, poi in Florida. Una certezza è la presenza di bravi caratteristi come Mario Donatone, qui un mafioso presente a un funerale e Salvatore Baccaro, (Vaccaro nei titoli di coda) nei panni di Rocco Dall’Orto, un picciotto addetto alla riscossione del pizzo. Spazio anche per Tomaso Milian, rampollo dell’attore protagonista che nel film è Antonio, figlio di Esposito. La star internazionale è una donna che, negli anni Settanta, ha avuto un buon successo come cantante quando la Puthli scalò le classifiche dei dischi più venduti con “The devil is loose” e per un po’ sembrò essere una temibile concorrente di Donna Summer. Più risibile la sua carriera cinematografica visto che con Corbucci la pop singer indiana tornava sul set per la seconda volta, cinque anni dopo il suo esordio in “Selvaggi” di James Ivory. In quel film la Puthli alleggerì molto il lavoro del suo costumista. UMBERTO BERLENGHINI

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci