TGR Ambiente Italia del 04/04/2015

RAI3: AMBIENTE ITALIA, LA EX FABBRICA DELLA MORTE
Da “fabbrica della morte” a ecomuseo. Potrebbe essere questo il destino dell’ Ipca di Ciriè, in provincia di Torino, che dal 1922 ai primi anni Settanta, producendo colori all’anilina senza il rispetto delle tutele per la salute dei dipendenti, ha causato la morte per cancro alla vescica di molti suoi operai. Una vicenda ripercorsa da “Ambiente Italia” – il settimanale verde della Tgr, curato e condotto da Beppe Rovera, in onda sabato 4 aprile alle 12.55 su Rai3 – che ospita in studio l’epidemiologo Benedetto Terracini e i comitati dei familiari delle vittime. Oggi l’ex stabilimento, in stato di profondo degrado, recentemente visitato dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, potrebbe essere finalmente bonificato e trasformato in un ecomuseo sul “prezzo del lavoro”: quello pagato dai lavoratori stessi, dalla comunità che ospita gli impianti e dall’ambiente naturale.  In primo piano anche l’emergenza del batterio killer “Xylella fastidiosa” che sta facendo strage di ulivi in Puglia. Ne parla Giuseppe Silletti, comandante regionale del corpo forestale, nominato commissario per gestire il piano da oltre tredici milioni di euro per stroncare ed evitare l’estensione del fenomeno che sta mettendo in ginocchio il comparto olivicolo salentino.  A meno di un mese dall’apertura di Expo 2015, con Andrea Segré, docente alla facoltà di agraria dell’Università di Bologna, promotore di campagne europee contro lo spreco alimentare e fondatore di Last Minute Market, “Ambiente Italia” cerca di capire come si tradurranno in concreto i propositi della carta di Milano elaborata ai tavoli dell’Expo delle idee.  Obiettivo, inoltre, sulla situazione delle Alpi Apuane dove proseguono le escavazioni del marmo di Carrara, mentre il nuovo piano paesaggistico regionale blocca le estrazioni oltre i 1200 metri di altezza per salvare il profilo dei monti. Nel reportage di Igor Staglianò la polemica tra i comitati e gli scavatori e il confronto tra il presidente della Regione Enrico Rossi e i rappresentanti delle opposizioni (Forza Italia e Fratelli d’Italia).  Claudia Apostolo, infine, propone una “visita di Pasquetta” ai giardini di Villa Taranto a Verbania. Con il “cercatore d’alberi” e poeta Tiziano Fratus, un viaggio tra piante maestose e spettacolari, colori e fiori rari alla riscoperta di un’oasi che fu danneggiata gravemente dall’ alluvione del 2012.

04/04/2015 Tematica:TGR_MHP^Tematica:TGR^Tematica:News^Tematica:NoBanner^Tematica:Ambiente Italia^ 0 ContentItem-b63c3825-7fd0-4f35-b9f9-7cea15690b1d ContentSet-bb2f0087-77a2-48b1-b157-334c6e685225 PublishingBlock-11a4cf50-c5e0-4a26-a585-da9e8af4a3c3 Page-add0aca6-7644-451d-93e2-9ce7d2e69806 25-04-2015 17:02
21/01/2020

Notizie TGR:

Ambiente Italia

TGR Ambiente Italia del 04/04/2015

Comandi da tastiera per il lettore multimediale

  • [Shift + P] Play / Pausa
  • [Shift + S] Stop
  • [Shift + F] Fullscreen
  • [Shift + C] Sottotitoli (se presenti)
  • [Shift + M] Mute
  • [Shift + Freccia Su] Alza il volume
  • [Shift + Freccia Giù] Abbassa il volume
  • [Shift + Freccia Destra] Avanti veloce
  • [Shift + Freccia Sinistra] Indietro veloce

Andato in onda il: 04/04/2015

RAI3: AMBIENTE ITALIA, LA EX FABBRICA DELLA MORTE
Da “fabbrica della morte” a ecomuseo. Potrebbe essere questo il destino dell’ Ipca di Ciriè, in provincia di Torino, che dal 1922 ai primi anni Settanta, producendo colori all’anilina senza il rispetto delle tutele per la salute dei dipendenti, ha causato la morte per cancro alla vescica di molti suoi operai. Una vicenda ripercorsa da “Ambiente Italia” – il settimanale verde della Tgr, curato e condotto da Beppe Rovera, in onda sabato 4 aprile alle 12.55 su Rai3 – che ospita in studio l’epidemiologo Benedetto Terracini e i comitati dei familiari delle vittime. Oggi l’ex stabilimento, in stato di profondo degrado, recentemente visitato dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, potrebbe essere finalmente bonificato e trasformato in un ecomuseo sul “prezzo del lavoro”: quello pagato dai lavoratori stessi, dalla comunità che ospita gli impianti e dall’ambiente naturale.  In primo piano anche l’emergenza del batterio killer “Xylella fastidiosa” che sta facendo strage di ulivi in Puglia. Ne parla Giuseppe Silletti, comandante regionale del corpo forestale, nominato commissario per gestire il piano da oltre tredici milioni di euro per stroncare ed evitare l’estensione del fenomeno che sta mettendo in ginocchio il comparto olivicolo salentino.  A meno di un mese dall’apertura di Expo 2015, con Andrea Segré, docente alla facoltà di agraria dell’Università di Bologna, promotore di campagne europee contro lo spreco alimentare e fondatore di Last Minute Market, “Ambiente Italia” cerca di capire come si tradurranno in concreto i propositi della carta di Milano elaborata ai tavoli dell’Expo delle idee.  Obiettivo, inoltre, sulla situazione delle Alpi Apuane dove proseguono le escavazioni del marmo di Carrara, mentre il nuovo piano paesaggistico regionale blocca le estrazioni oltre i 1200 metri di altezza per salvare il profilo dei monti. Nel reportage di Igor Staglianò la polemica tra i comitati e gli scavatori e il confronto tra il presidente della Regione Enrico Rossi e i rappresentanti delle opposizioni (Forza Italia e Fratelli d’Italia).  Claudia Apostolo, infine, propone una “visita di Pasquetta” ai giardini di Villa Taranto a Verbania. Con il “cercatore d’alberi” e poeta Tiziano Fratus, un viaggio tra piante maestose e spettacolari, colori e fiori rari alla riscoperta di un’oasi che fu danneggiata gravemente dall’ alluvione del 2012.

  • In onda



    Sabato, Rai 3, ore 12.55

    Ambiente Italia - scrive Aldo Grasso nella Enciclopedia della televisione pubblicata da Garzanti - è una delle poche rubriche che possono vantare il marchio di garanzia del servizio pubblico. In onda dal 1990, si propone di raccontare agli italiani come sta un Paese troppo spesso minacciato dall’incuria e dal malaffare, ma anche ricco di uno straordinario patrimonio naturale e culturale, che merita di essere difeso e valorizzato. In onda tutti i sabati dallo studio TV6 del centro di produzione RAI di Torino, Ambiente Italia propone inchieste, riflessioni e confronti realizzati con la collaborazione di tutte le redazioni regionali della TGR. Un ospite in studio sempre diverso dialoga con la conduttrice Alessia Mari sui temi della puntata, che è chiusa da un breve notiziario ambientale. Attraverso la mail ambiente_italia@rai.it e la pagina Facebook Rai Ambiente Italia la redazione prosegue quel dialogo con gli spettatori che è da sempre una degli elementi caratterizzanti della trasmissione.

  • Redazione



    A cura di: Battista Gardoncini e Beppe Rovera

    In redazione: Daniele Cerrato, Laura de Donato, Cinzia Di Cianni, Alberto Gedda, Alessia Mari, Maurizio Menicucci, Claudia Pregno, Silvia Rosa Brusin

    In segreteria: Marino Baruffa, Giuliana Fiscante

    Regia di: Carlo Vergnano

    Assistente alla regia: Fabio Irato

    Assistente al programma: Simona Bertinetti

    ambiente_italia@rai.it
    www.facebook.com/RaiAmbienteItalia

Archivio video