header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - Maigret e i gangsters

  • Durata:01:23:00
  • Andato in onda:22/05/2014
  • Visualizzazioni:

MAIGRET E I GANGSTERS di Gilles Grangier – I/F – 1963 – 90’ Con JEAN GABIN, MICHEL CONSTANTIN, FRANÇOISE FABIAN, VITTORIO SANIPOLI Parigi. Non lontano dalla Gare du Nord, un’automobile rallenta la sua corsa quanto basta a chi è a bordo per gettare in strada il corpo di un uomo. Avvertito immediatamente, il commissario Jules Maigret (Gabin) si precipita sul luogo del misfatto, ma della salma non c’è più traccia. Esclusa l’ipotesi di un errore da parte dei suoi colleghi, Maigret inizia a indagare sull’accaduto intuendo che quello che ha tutta l’aria di un delitto, sia un regolamento di conti all’interno della mala americana presente a Parigi. Grazie ad alcuni testimoni, Maigret arriva a interrogare la bella Lily (Fabian), una cameriera belga che lavora nel bar di Pozzo (Sanipoli), un americano di origini siciliane. Scoperta l’ospitalità che Lily ha dato al suo fidanzato yankee, componente di una banda di malavitosi, Maigret si mette sulle tracce di Cicero (Constantin), capo della gang, l’unico che può spiegare al commissario come sono andate veramente le cose. Ma Cicero è un osso duro, anche per Maigret. Terza e ultima interpretazione di Gabin nei panni di Maigret, vestiti in “Il commissario Maigret” e “Maigret e il caso Saint Fiacre”, il regista Grangier adatta per il grande schermo il racconto di George Simenon “Maigret, Lognon et les gangsters”. Lo scrittore belga non digerì mai del tutto la scelta di affidare a Gabin la parte del celebre commissario, pur riconoscendo all’attore parigino l’autorevolezza nell’interpretarlo. Il preferito di Simenon rimase sempre Pierre Renoir che era stato Maigret in “La notte dell’incrocio”, diretto nel 1932 da Jean Renoir, fratello minore di Pierre. Va anche ricordato che Simenon approvò con entusiasmo la scelta di Gino Cervi per l’omonima serie tv che Mario Landi diresse fra il 1965 e il 1972, serie che fu scritta anche con la collaborazione di Andrea Camilleri. Tornando al film di Grangier, chi ama il noir ma anche la commedia francese, non potrà non apprezzare il “muso scimmiesco” di Constantin, la faccia da duro di Marcel Bozzuffi, qui nella parte di Torrence, e i più buffi Guy Decomble e Jacques Dynam, nelle parti dei poliziotti Lognon e Lucas. Umberto Berlenghini

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci