TGR Ambiente Italia del 01/11/2014

UN MONDO “PULITO”


E’ un diritto a volte dimenticato: vivere in un mondo “pulito”, e non solo in senso ambientale. Un diritto sul quale “Ambiente Italia” – il settimanale verde della Tgr curato e condotto da Beppe Rovera, in onda sabato 1 novembre alle 12.55 su Rai3 – riflette in compagnia di un personaggio da sempre in prima linea nella difesa della legalità: don Luigi Ciotti. Con lui, Beppe Rovera, si sofferma sul lavoro compiuto da numerosi sacerdoti, impegnati nella ricerca di un mondo “pulito” e nella difesa dei diritti delle persone. E’ il caso, ad esempio, di don Palmiro Prisutto che, ad Augusta, in Sicilia, continua a chiedere giustizia per i numerosi morti causati dal Petrolchimico. Una realtà comune ad altre parti d’Italia, come racconta la recente inchiesta sui morti per amianto all’Olivetti di Ivrea.

Ancora in tema di sicurezza, questa volta alimentare, “Ambiente Italia” ospita la fitopatologa dell’Università di Torino Maria Ludovica Gullino, autrice di un libro che richiama l’attenzione su un problema ancora poco noto: quello delle patologie che colpiscono, in particolare, i prodotti agricoli. Sullo sfondo, una domanda inquietante: esiste un rischio di bioterrorismo? A fare da contraltare a questo scenario, la realtà dell’agricoltura “familiare”, promossa dalla stessa Fao e per la quale le associazioni di categoria, in Italia, chiedono maggiore tutela.

Ma si parla anche di sicurezza sul lavoro, con un reportage sul recente Salone di Bologna specificamente dedicato alla tutela dei lavoratori, dall’edilizia all’industria.

In primo piano, inoltre, le inattese riflessioni di un uomo politico che non ha mai fatto mistero del proprio appoggio alla Tav in valle di Susa e spesso oggetto, per questo, di violente contestazioni: il senatore del Pd Stefano Esposito. Ospite in studio, Esposito, parla dei dubbi che hanno cominciato a farsi strada in lui proprio sulla Tav. Uno in particolare, legato ai costi triplicati dell’ intero progetto Tav.

01/11/2014 Tematica:TGR_MHP^Tematica:TGR^Tematica:News^Tematica:NoBanner^Tematica:Ambiente Italia^ /dl/images/105x791331050608224ambienteitalia.jpg 0 ContentItem-7d97c01e-4579-47cf-9fae-4eb3b0fd6c64 ContentSet-bb2f0087-77a2-48b1-b157-334c6e685225 PublishingBlock-11a4cf50-c5e0-4a26-a585-da9e8af4a3c3 Page-add0aca6-7644-451d-93e2-9ce7d2e69806 07-03-2015 15:21
16/10/2019

Notizie TGR:

Ambiente Italia

TGR Ambiente Italia del 01/11/2014

Comandi da tastiera per il lettore multimediale

  • [Shift + P] Play / Pausa
  • [Shift + S] Stop
  • [Shift + F] Fullscreen
  • [Shift + C] Sottotitoli (se presenti)
  • [Shift + M] Mute
  • [Shift + Freccia Su] Alza il volume
  • [Shift + Freccia Giù] Abbassa il volume
  • [Shift + Freccia Destra] Avanti veloce
  • [Shift + Freccia Sinistra] Indietro veloce

Andato in onda il: 01/11/2014

UN MONDO “PULITO”


E’ un diritto a volte dimenticato: vivere in un mondo “pulito”, e non solo in senso ambientale. Un diritto sul quale “Ambiente Italia” – il settimanale verde della Tgr curato e condotto da Beppe Rovera, in onda sabato 1 novembre alle 12.55 su Rai3 – riflette in compagnia di un personaggio da sempre in prima linea nella difesa della legalità: don Luigi Ciotti. Con lui, Beppe Rovera, si sofferma sul lavoro compiuto da numerosi sacerdoti, impegnati nella ricerca di un mondo “pulito” e nella difesa dei diritti delle persone. E’ il caso, ad esempio, di don Palmiro Prisutto che, ad Augusta, in Sicilia, continua a chiedere giustizia per i numerosi morti causati dal Petrolchimico. Una realtà comune ad altre parti d’Italia, come racconta la recente inchiesta sui morti per amianto all’Olivetti di Ivrea.

Ancora in tema di sicurezza, questa volta alimentare, “Ambiente Italia” ospita la fitopatologa dell’Università di Torino Maria Ludovica Gullino, autrice di un libro che richiama l’attenzione su un problema ancora poco noto: quello delle patologie che colpiscono, in particolare, i prodotti agricoli. Sullo sfondo, una domanda inquietante: esiste un rischio di bioterrorismo? A fare da contraltare a questo scenario, la realtà dell’agricoltura “familiare”, promossa dalla stessa Fao e per la quale le associazioni di categoria, in Italia, chiedono maggiore tutela.

Ma si parla anche di sicurezza sul lavoro, con un reportage sul recente Salone di Bologna specificamente dedicato alla tutela dei lavoratori, dall’edilizia all’industria.

In primo piano, inoltre, le inattese riflessioni di un uomo politico che non ha mai fatto mistero del proprio appoggio alla Tav in valle di Susa e spesso oggetto, per questo, di violente contestazioni: il senatore del Pd Stefano Esposito. Ospite in studio, Esposito, parla dei dubbi che hanno cominciato a farsi strada in lui proprio sulla Tav. Uno in particolare, legato ai costi triplicati dell’ intero progetto Tav.

  • In onda



    Sabato, Rai 3, ore 12.55

    Ambiente Italia - scrive Aldo Grasso nella Enciclopedia della televisione pubblicata da Garzanti - è una delle poche rubriche che possono vantare il marchio di garanzia del servizio pubblico. In onda dal 1990, si propone di raccontare agli italiani come sta un Paese troppo spesso minacciato dall’incuria e dal malaffare, ma anche ricco di uno straordinario patrimonio naturale e culturale, che merita di essere difeso e valorizzato. In onda tutti i sabati dallo studio TV6 del centro di produzione RAI di Torino, Ambiente Italia propone inchieste, riflessioni e confronti realizzati con la collaborazione di tutte le redazioni regionali della TGR. Un ospite in studio sempre diverso dialoga con la conduttrice Alessia Mari sui temi della puntata, che è chiusa da un breve notiziario ambientale. Attraverso la mail ambiente_italia@rai.it e la pagina Facebook Rai Ambiente Italia la redazione prosegue quel dialogo con gli spettatori che è da sempre una degli elementi caratterizzanti della trasmissione.

  • Redazione



    A cura di: Battista Gardoncini e Beppe Rovera

    In redazione: Daniele Cerrato, Laura de Donato, Cinzia Di Cianni, Alberto Gedda, Alessia Mari, Maurizio Menicucci, Claudia Pregno, Silvia Rosa Brusin

    In segreteria: Marino Baruffa, Giuliana Fiscante

    Regia di: Carlo Vergnano

    Assistente alla regia: Fabio Irato

    Assistente al programma: Simona Bertinetti

    ambiente_italia@rai.it
    www.facebook.com/RaiAmbienteItalia

Archivio video