Rai Italia

Biografie | Bruno Bozzetto

  • Durata:00:49:16
  • Andato in onda:30-05-2014
  • Visualizzazioni:

Classe 1938, Bruno Bozzetto, ha la flessuosità scattante dei suoi omini e gli occhi azzurri e limpidi, spalancati sul futuro. “Faccio windsurf e adoro il mio lavoro” ti confessa, con sorriso sincero e musicalità lombarda. La sua carriera da cartoonist di rango, lunga più di mezzo secolo, decolla dall’asse da stiro di sua madre, adattata alle prime pionieristiche animazioni dall’inventiva di suo padre. Continua oggi, nella tridimensionalità delle creazioni di suo figlio, vegliate dal suo occhio esperto. “Andrea colma oggi una mia antica lacuna: l’animazione per bambini”. Il cartoon, per Bruno Bozzetto, è sempre stato un gioco adulto, una lente per cogliere gli umori del proprio tempo. Produce le sue prime imprese da solo, finanziandosi con i Caroselli che realizza a getto continuo. Racconta vizi e virtù dell’italiano medio, partorendo il Signor Rossi con larghissimo anticipo su Paolo Villaggio e il suo ragioner Fantozzi. Con West and Soda, suo primo lungometraggio, trasforma il western in un cartoon surreale, smontandone eroi e cliché in perfetta simultaneità con Sergio Leone. “Abbiamo cominciato prima di lui, e finito dopo, perché ci abbiamo messo due anni”. Con il successivo Vip mette alla berlina i falsi miti, l’alienazione, la massificazione, il potere invasivo della pubblicità, con un’ironia sintetica che manca a molti intellettuali italiani. Reinventa mondi grafici e sonori, anticipa la vena corrosiva di Matt Groening e dei suoi antieroi. Oggi John Lasseter, mago della Pixar, lo considera un suo grande maestro. Lui si schermisce e continua a dare vita alle sue geniali creazioni, ancora capaci di illuminare splendori e derive del genere umano.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:


Navigazione alternativa dei video correlati