Fahrenheit

Chi ricorda Alfredo Zardini?

  • Andato in onda:30/06/2008
  • Visualizzazioni:

Era un operaio veneto, aveva lasciato Cortina d'Ampezzo per cercar fortuna in Svizzera e fu ammazzato a pugni e calci in un bar di Zurigo da un razzista che urlava «torna a casa tua, bastardo italiano!» Scaraventato agonizzante nella neve, restò lì due ore senza che uno solo dei clienti che andavano e venivano si chinasse a soccorrerlo. All'arrivo dell'ambulanza era morto. Al processo, il suo assassino venne condannato a 18 mesi di carcere. Erano gli anni Settanta. E Zardini era solo l'ultimo di una lunghissima serie di emigranti italiani uccisi per razzismo. Decine e decine. In Svizzera (dove anni prima «L'Avvenire del lavoratore» scriveva che i nostri «sono trattati peggio degli zingari e non li vogliono nemmeno nelle sale d'aspetto di terza classe»), in Francia, in Argentina, negli Stati Uniti, in Australia.Di Alfredo Zardini, in occasione di una serata a lui dedicata a Treviso, parliamo con Gian Antonio Stella, editorialista del Corriere della Sera, e con Moni Ovadia.

[an error occurred while processing this directive]

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:

Commenti

Riduci
Navigazione alternativa dei video correlati