header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - Il ragazzo dai capelli verdi

  • Durata:01:22:00
  • Andato in onda:11/11/2013
  • Visualizzazioni:

IL RAGAZZO DAI CAPELLI VERDI di Joseph Losey – USA – 1948 – 82’ Con Pat O’Brien, Robert Ryan, Dean Stockwell, Barbara Hale Ignaro della morte di entrambi i genitori a causa della recente guerra mondiale, il piccolo Peter Fry (Stockwell) vive insieme a nonno Gramp (O’Brien). Nei confronti del nipote, l’anziano ha un atteggiamento molto aperto e comprensivo, senza però dimenticare l’insegnamento dei valori fondamentali della vita. Rimasto impressionato dalle drammatiche storie degli orfani di guerra, Peter ne parla con il nonno il quale, in risposta, mostra al ragazzino una pianta sempreverde, simbolo di vita e di speranza. Una mattina Peter si sveglia e scopre che i suoi capelli sono diventati color verde. Sulle prime si pensa a una rara malattia, Peter viene immediatamente sottoposto alle amorevoli cure di un bravo medico. La diagnosi esclude qualsiasi patologia infettiva e se la notizia è positiva, l’atteggiamento dei compagni di scuola di Peter, e anche di qualche adulto, passa dall’ostracismo frutto della paura, al dileggio sulla presunta diversità. Del suo caso si interessa anche Evans (Ryan), il giudice della città. Occorre dare coraggio allo smarrito bambino e per questo il nonno decide di raccontargli la storia del padre, un medico morto mentre cercava di salvare vite umane. Fu travagliato l’esordio alla regia di Losey. Le riprese iniziarono nel 1946, interrotte poco dopo quando il produttore fu chiamato a deporre presso la commissione McCarthy. Solo due anni dopo il regista del Wisconsin riuscì a portare a termine il suo film, giusto in tempo prima che le nere nubi del maccartismo si addensassero anche su di lui, costringendolo a emigrare in Europa. Di questo suo lavoro è evidente l’inno alla tolleranza nei confronti del diverso e soprattutto alla pace, riconquistata da soli tre anni. Ma i capelli verdi sono anche simbolo dell’uomo “mutante” post atomico, un tema molto sentito in quel momento a causa della bomba atomica sganciata sul Giappone e ai suoi effetti sulla popolazione scampata alla morte, ma segnata per sempre nel corpo. Sull’argomento Losey tornerà una quindicina d’anno dopo con “Hallucination”, dove è più incisivo e diretto nel denunciare la tragedia nucleare. Grande il cast con un inedito Robert Ryan nei panni di un premuroso magistrato, raro ruolo da “buono” per uno dei più grandi e indimenticabili “cattivi” di Hollywood. La Hale è miss Brand, la sensibile insegnante di Peter. L’attrice dovrà attendere una decina d’anni per entrare nella storia del cinema o, meglio, della tv, quando diventa Della Street, la segretaria del noto principe del Foro Perry Mason. Scheda a cura di Umberto Berlenghini

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci