header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - Kean, genio e sregolatezza

  • Durata:01:20:00
  • Andato in onda:30/01/2014
  • Visualizzazioni:

KEAN GENIO E SREGOLATEZZA di Vittorio Gassman – I – 1956 – 80’ Con VITTORIO GASSMAN, ELEONORA ROSSI DRAGO, ANNA MARIA FERRERO, GÉRARD LANDRY Inghilterra, prima metà del XIX secolo. Edmund Kean (Gassman) è un celebre attore teatrale, noto anche per la vita privata a dir poco spericolata, contraddistinta da avventure sentimentali e colossali sbornie consumate insieme ai suoi amici più cari. Fra quest’ultimi c’è il Principe del Galles (Landry) con il quale qualche dissidio Kean ce l’ha per la rivalità che i due hanno verso la stessa donna, la bella Contessa Elena Koefeld (Rossi Drago), moglie dell’ambasciatore danese. In realtà la Contessa la sua scelta l’ha fatta da tempo, prova ne sono i blitz che fa spesso nel camerino di Kean. Una delle visite “di cortesia” di Elena si trasforma però in un piccolo dramma per la Contessa: entrando nel camerino, fra le braccia di Kean Elena trova la bella e sconosciuta attricetta Anna Damby (Ferrero). Apriti cielo! Reclutata da Kean nella parte di Desdemona, Anna incappa in una serata storta, causando l’insuccesso dello spettacolo e l’ilarità di Elena e del principe gallese. Rispondendo per le rime ai due, Kean si lancia in un memorabile monologo che rimarrà nella storia del teatro. Reggetevi forte. Il soggetto è di Alexandre Dumas padre, l’adattamento è opera di Jean-Paul Sartre. Prodotto da Franco Cristaldi, la sceneggiatura è di Suso Cecchi D’Amico scritta con Francesco Rosi, che ha curato anche la regia di alcune scene, e lo stesso Gassman. Le musiche sono di Roman Vlad e Giulio Questi è l’aiuto regista. Per il suo esordio alla regia Gassman non poteva chiedere di meglio. Il film non è un remake del quasi omonimo “Kean”, piuttosto è un’altra versione rispetto a quella che Guido Brignone diresse nel 1940 con Rossano Brazzi nella parte del protagonista e con Dina Sassoli unica attrice presente in entrambi i film. Gassman volle a tutti i costi dirigere questo suo atto d’amore verso il teatro, sentimento che non lo ha mai abbandonato e che, per mezzo del pubblico, il palcoscenico gli ha sempre ricambiato. A proposito del cast segnaliamo Carlo Mazzarella nei panni di Dario, Mario Carotenuto in quelli di Peter Patt. C’è anche la non accreditata Valentina Cortese che nel film è Fanny. Due parole le dedichiamo anche a Helmut Dantine che interpreta Lord Mewill: austriaco, Dantine lasciò il suo paese dopo l’anschluss con la Germania di Hitler, trovando riparo negli USA. A Hollywood il destino beffardo gli riservò non pochi ruoli di tedesco “cattivo”; divenne anche produttore di un paio di film di Sam Peckinpah, tanto che il regista californiano volle dedicargli il suo “Osterman weekend”, realizzato subito dopo la morte di Dantine avvenuta nel 1982. Scheda a cura di Umberto Berlenghini

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci