header Rai Cinema Channel Rai Cinema Facebook Twitter

Rai Cinema

Club - La donna della domenica

  • Durata:01:44:00
  • Andato in onda:03/02/2013
  • Visualizzazioni:

LA DONNA DELLA DOMENICA di Luigi Comencini – I – 1975 – 105’ Con MARCELLO MASTROIANNI, JACQUELINE BISSET, JEAN-LOUIS TRINTIGNANT, LINA VOLONGHI La città di Torino è sconvolta da un atroce delitto, quello di un architetto ucciso con un corpo contundente. Le indagini vengono assunte dal commissario Santamaria (Mastroianni), romano da tempo residente nel capoluogo piemontese. Santamaria fa presto a capire che per arrivare alla soluzione del delitto dovrà affrontare non pochi ostacoli, visto che a essere coinvolta nell’inchiesta è praticamente quasi tutta la “città bene”. A essere interrogata per prima è l’affascinante Anna Carla Dosio (Bisset), bella e annoiata signora, che passa il suo tempo libero fra una puntatina ai mercati d’antiquariato e dal suo coiffeur di fiducia. Amico di Anna Carla è Massimo Campi (Trintignant), anima in pena, perennemente ansioso nei riguardi del suo fidanzato, quest’ultimo messosi a fare il detective per trovare le prove che i sospetti che Santamaria ha su Massimo sono infondati. Molti i tentativi dei superiori di Santamaria nel frenare le indagini, specie quando il commissario inserisce fra i possibili assassini il nome della contessa Ines Tabusso (Volonghi), proprietaria di una splendida villa, meta di coppiette in cerca di intimità verso le quali la Tabusso da tempo ha maturato un odio profondo. Tratto dall’omonimo best-seller scritto nel 1972 da Fruttero e Lucentini, tre anni dopo Comencini chiede a un’altra grande coppia di scrittori, Age e Scarpelli, di scriverne la sceneggiatura. L’intrigo funziona benissimo, non c’è nulla da invidiare ai comunque inarrivabili Christie o Simenon, con i delitti inseriti al momento giusto. Bello il ritratto della società alto borghese della Torino degli anni Settanta, ben conosciuta dai due autori, da loro amata e odiata allo stesso tempo. Per chi adora gli attori e ancor più i caratteristi, nel film di Comencini avrà pane per i suoi denti. Oltre ai citati, vanno infatti segnalati Claudio Gora nei panni dell’architetto Garrone; Pino Caruso è il commissario De Palma; Aldo Reggiani è Lello Riviera, il fidanzato di Massimo; Omero Antonutti è Benito, il domestico dei Dosio; Gigi Ballista presta la sua inconfondibile voce rauca al personaggio di Vollero. E poi via via Tina Lattanzi, Franco Nebbia, Antonio Faà Di Bruno. Infine non accreditato Gil Cagné nei panni, manco a dirlo, del coiffeur di Anna Carla. Grazie al taglio di capelli che riserva alla sua cliente, Cagné riesce nella non facile impresa di rendere la Bisset meno bella di quella che era.

Umberto Berlenghini

Sito



Video Correlati

Commenti

Riduci