[an error occurred while processing this directive][an error occurred while processing this directive]

Scaletta di giovedì 10 febbraio 2011

slcontent

PJ HarveyBrian Wilson vs Gershwin "The Like In I Love You"
Corinne Bailey Rae "Is This Love"
Wanda Jackson "Nervous Breakdown"
Marianne Faithfull "Why Did We Have To Part"
Doug Paisley "Out Of The Weekend"
Tom Waits "Alice"
Amos Lee & Willie Nelson "El Camino"
Kill It Kid "Ivy And Oak"
Mgmt "Brian Eno"
Bollani & Chailly "Allegro Agitato"


INTERVISTA PJ HARVEY
PJ Harvey "Bitter Branches"
PJ Harvey "The Words That Maketh Murder"
PJ Harvey "The Last Living Rose"
PJ Harvey & Thom Yorke "This Mess We're In"
PJ Harvey "The Colour Of The Earth"
PJ Harvey "England"
PJ Harvey "In The Dark Places"
PJ Harvey "Let England Shake"

 

  

Riascolta la puntata     

  

Guarda la playlist su Youtube

 

                                                                 Radio2 presenta
 
                                                                    PJ HARVEY
                                                ANTEPRIMA E INTERVISTA ESCLUSIVE
                                                                  A MOBY DICK
                                            DA LUNEDI’ 7 A GIOVEDI’ 10 FEBBRAIO 2011
                                                                     ORE 21.00


 
Moby Dick, la balena rock di Radio2, dedica la settimana dal 7 al 10 febbraio all’anteprima del nuovo disco della cantautrice inglese PJ Harvey “Let England shake”, l’ottavo della sua carriera. Giovedì 10, alle 21.30, appuntamento con l’intervista in esclusiva radiofonica.
La chanteuse rock britannica, quarantunenne esile e potentissima, torna con un nuovo disco e una nuova missione. “Let England shake”, tra rock schietto ed essenziale e folk, inciso in una chiesa del Dorset del diciannovesimo secolo, nasce dopo tre anni di scrittura accurata dei testi e cinque di studio e parla di temi importanti, su tutti la guerra. Lo scopo? Scuotere (shake) le coscienze, smuovere dal torpore la sua Inghilterra, protagonista fin dal titolo dell’opera. L’Inghilterra coloniale e quella dell’intervento in Iraq e Afghanistan, ma anche quella della battaglia di Gallipoli del 1915 in cui assieme ai francesi fallì la conquista di Costantinopoli. Un disco che va all’opposto di ciò che PJ ha fatto in passato: anziché parlare della propria intimità si apre all’esterno. Nel disco Flood, John Parish e Mick Harvey.
PJ Harvey nasce nel 1969 in Inghilterra; da bambina studia sassofono e chitarra e nel 1991 fonda il suo primo trio. E’ dell’anno successivo l’esordio, “Dry”, acclamato dalla critica, che la paragona da subito a Patti Smith.

Torna al sito del programma