[an error occurred while processing this directive][an error occurred while processing this directive]

Scaletta di lunedì 18 aprile 2011

slcontent

NADA LIVE @ MOBY DICKNada

    

Nada "Sirena" (live)
Nada "La Febbre Della Sera" (live)
Nada "L'elettricità" (live)
Nada "La Canzone Per Dormire"

        

       

         

The Kills "Future Stars Slow"
Cat's Eyes "Face In The Crowd"
Timber Timbre "Black Water"
The The "Love Is Stronger Than Death"
Cesare Basile "Sette Spade"
PJ Harvey & John Parish "Black Hearted Love" 
Regina Spektor "Riot Gear"
John Grant "Sigourney Weaver"

 

   

Riascolta la puntata

    

Guarda la puntata su Youtube

 

 

 

                           Nada live @ Moby DickNada

lunedì 18 aprile

ore 21.30 Radio2


Moby Dick, la balena musicale di Radio2, ospita lunedì 18 aprile in diretta alle 21.30 il live-intervista con Nada, chehaappena dato alle stampe il nuovo album "Vamp".

Un mix di rock, suoni sintetici anni Ottanta e la sfrontata attitudine pop che da sempre accompagna il suo percorso artistico, sono gli ingredienti del nuovo album della chanteuse livornese, registrato con la produzione di Manu “Max Stiner “ Fusaroli (lo stesso de Il teatro degli orrori, Le Luci della cantrale elettrica, gli Zen Circus, con i quali lei stessa ha cantato) e masterizzato negli storici studi di Abbey Road di Londra da Geoff Pesche (già con Coldplay, Gorillaz, Pulp e tantissimi altri). Sono anni che Nada ci stupisce con la sua curiosità e la sua avventurosa forza musicale alla ricerca del meglio del rock indipendente italiano, basta pensare alle recenti collaborazioni con Cesare Basile, Massimo Zamboni o un produttore di caratura internazionale come John Parish.Così la stessa Nada descrive il suo lavoro: "In queste 10 canzoni rido, piango e mi diverto sull'orlo del dramma a far piangere una sirena, a chiamare la luna, sbrindellare una serenata, a inchiodare un comandante, ad aspettare la neve d'estate, ed elettrizzo l'amore con lance infuocate da lingue di piacere, nelle piantagioni di ossa che mi fanno raccogliere nell'oceano".




 

Torna al sito del programma