Pubblicità

 
Francesco Giuseppe
Francesco Giuseppe

Quando

Archivio
Franco Cardini dedica un nuovo ciclo di Alle otto Della Sera a Francesco Giuseppe, icona delle contraddizioni del XIX secolo. Salito al trono nel 1848 dopo la repressione dei moti liberali, fu l'espressione dell'autoritarismo monarchico che si opponeva all'affermazione delle nazionalita'. Mori' nel 1917 mentre il vecchio impero stava andando incontro alla disgregazione e nell'area mitteleuropea si sarebbe assistito all'esasperazione dei nazionalismi Il vecchio imperatore sapeva di rappresentare un mondo al tramonto , ma prevaleva il senso del «dovere» dinastico unito al convincimento di appartenere all'espressione più raffinata e più fragile della civiltà europea. I problemi familiari, non meno di quelli politici furono per Francesco Giuseppe fonte incessante di angosce. A cominciare dal rapporto con l'imperatrice Elisabetta , la splendida Sissi che, insofferente del cerimoniale, era continuamente in viaggio per l'Europa e nonostante gli affettuosi appelli di Francesco Giuseppe tornava a Vienna sempre piu' di rado. Mori' tragicamente pugnalata da un anarchico sul lago di Ginevra. Anche la vicenda del figlio Rodolfo, suicida a Mayerling insieme alla contessa Vetzera, contribui' alla leggenda nera degli Asburgo: una lunga serie di sventure iniziata a Citta' del Messico con la fucilazione dell'arciduca Massimiliano, fratello minore di Francesco Giuseppe. Anche in tarda eta' all'Imperatore non furono risparmiate altre tragedie familiari, ma la sua maggiore sofferenza era di intravedere la fine della dinastia. L'assassinio di Sarajevo , che scateno' la prima guerra mondiale , gli parve il segno visibile che la fine si stava approssimando.

Credits

Dal lunedi al venerdi alle 20. Di Franco Cardini. A cura di Vittorio Attamante. Andato in onda dal 19 luglio al 13 agosto 2004.